Attualità Puglia

Prostituzione minorile, richiamo dell’Ordine dei giornalisti: “sull’inchiesta della Procura di Bari linguaggio rispettoso della Carta di Treviso”

Domenico La Marca
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano

Prostituzione minorile, richiamo dell’Ordine dei giornalisti: “sull’inchiesta della Procura di Bari linguaggio rispettoso della Carta di Treviso”

In merito all’inchiesta giudiziaria sulla prostituzione minorile della Procura di Bari, di cui diversi quotidiani, testate online e tv anche pugliesi hanno dato notizia in queste ore, l’Ordine dei giornalisti della Puglia ricorda che la definizione “Baby squillo” ed espressioni similari violano l’art. 5 del T.U. dei doveri del giornalista (“Doveri nei confronti dei minori” – Allegato 2).

Si ricorda che l’odg approvato all’unanimità dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti già nel 2016 così scrive: “L’uso reiterato che molte testate, televisive, cartacee e online, fanno della definizione “baby squillo” è un’inammissibile violazione della Carta di Treviso. Le bambine sono le vittime e gli uomini che abusano di loro, i pedofili, sono i colpevoli. Per un reato così grave non ci sono attenuanti. Usare i termini corretti è alla base del nostro lavoro. Scambiare le vittime con i colpevoli dà luogo ad una informazione falsa e fuorviante”.

 Bari, 14 maggio 2024

Matteo Gentile
Promo Manfredi Ricevimenti
Domenico La Marca
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati