Attualità Capitanata

“Prendetevi cura degli anziani ormai diventati il pane senza sale per i figli”

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano

– IL treno è passato, di fianco al mare assolato e blando, con le onde cristalline riflesso chiaro in faccia al cielo,  con il loro odore libero e fermo per un viaggio senza meta, che sta per partire senza ritorno.Su un sasso come un albero io li guardo,l’aria canta seduta ad una sedia, mentre pregano di non essere abbandonati perché sono anziani, sempre più soli e indifesi: – Prendetevi cura di quella generazione che è passata in età avanza, molti abitano nei pianterreni e quando la sera li vedi con le tendine alzate dietro i vetri a sbirciare la vita, ad annusare le persone e il loro profumo che emanano.Sembrano cani sotto le volte delle proprie case, un problema preso sempre con poca considerazione, soli, affetti da una malattia, ma più spesso soffrono di solitudine, si aggrappano all’esistenza come flebili atleti alla pertica, esclusivamente per non lasciarsi morire. Danno da mangiare ai piccioni con molliche di pane fuori dai piatti davanti ai marciapiedi.Mondo, fuori da ogni piano teorico, giorno che non importa a nessuno del loro assolo quotidiano, di quel sole che non fa né vivere né andare oltre al tramonto dell’orizzonte, loro oramai come gabbiani sul molo ad aspettare per sorvolare le onde lontane dal paese, con la mente del pieno pomeriggio inoltrato.

(A cura di Claudio Castriotta)

Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati