fbpx
Politica

Prencipe: “La nostra non è una comunità mafiosa”

La nostra non è una comunità mafiosa; il 7 novembre abbiamo l’opportunità di affermarlo noi candidati accettando #SoloVotiPuliti e i cittadini partecipando attivamente al processo di rinascita civica fondato sulla legalità diffusa e l’antimafia sociale.

Esattamente due anni fa iniziava la fase straordinaria di commissariamento: una soluzione radicale adottata dal Governo dell’epoca per provare a risolvere un problema serio.

Gli effetti sulla comunità manfredoniana sono stati pesanti ed altrettanto gravoso sarà l’impegno che i nuovi amministratori sono chiamati a compiere, anche per risolvere ciò che i commissari non hanno risolto.

La tecnostruttura comunale, ad esempio, è la stessa di due anni fa, se non più debole a causa del naturale processo di pensionamento.

Invece noi abbiamo bisogno di immettere nuove professionalità anche per contrastare le pressioni indebite sui settori nevralgici del governo cittadino: dall’urbanistica al commercio, dalle concessioni demaniali ai servizi pubblici.

E abbiamo bisogno che lo Stato affianchi la nuova Amministrazione comunale nella fase di ripartenza successiva allo scioglimento per consentirci di eliminare definitivamente alcune sacche residue di illegalità. A partire dagli abusi edilizi.

I commissari non sono riusciti ad abbattere un solo edificio abusivo certamente non per mancanza di volontà, piuttosto per l’oggettiva complessità della procedura e la mancanza dei fondi necessari a sostenerne le spese; eppure proprio le irregolarità in campo edilizio hanno pesato molto sulla decisione di sciogliere il Consiglio comunale.

La mia e la determinazione dei candidati della rete civica, democratica e popolare che mi sostiene non manca ora e non mancherà in caso di vittoria, e lo testimoniamo con la diffusa sottoscrizione dell’appello di Avviso pubblico ad accettare #SoloVotiPuliti.

Il nostro impegno, però, non sarà sufficiente se l’intera comunità manfredoniana non compirà uno sforzo collettivo di rigenerazione fondato sull’affermazione della legalità diffusa e l’organizzazione di azioni di antimafia sociale, da realizzare contando sul supporto di chi già se ne occupa e che ha partecipato all’evento organizzato dalle POP Officine Popolari.Libera Contro le Mafie, Fondazione antiusura Buon Samaritano, Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni contro mafie e corruzione sono i nodi della rete di cui il Comune di Manfredonia dovrà essere parte per riprendere con nuove energie il cammino democratico interrotto dal commissariamento straordinario.

Gaetano Prencipe – Candidato sindaco di Manfredonia

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button