Eventi Italia

Paolo Mieli al Vieste Archeofilm

Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele

Si conclude venerdì 1 luglio la rassegna Vieste Archeofilm, il festival internazionale del cinema di Archeologia Arte Ambiente organizzato dalla Città di Vieste-Assessorato alla Cultura – in collaborazione con Archeologia Viva/Firenze Archeofilm e con il patrocinio di Apulia Film Commission. 

Nella splendida cornice del castello Svevo aragonese arriva il divulgatore storico Paolo Mieli (ingresso gratuito ore 21).Tra i temi al centro delle pellicole proposte al “Vieste Archeofilm”le ultimissime scoperte di nuove specie di dinosauri e mostri marini, la storia degli Incas alla luce dei recenti scavi in Perù, il ricco patrimonio sommerso della nostra Penisola dal Satiro danzante fino ai resti della battaglia navale delle Egadi. I film proposti al “Vieste Archeofilm” sono una selezione delle opere presentate in anteprima al “Firenze Archeofilm 2022”, il festival – casa madre organizzato nel capoluogo toscano e che raccoglie ogni anno le più importanti novità mondiali del cinema di archeologia arte e ambiente. 

La città di Cristalda e Pizzomunno in questi giorni  capitale del cinema di archeologia. “Vieste è amore per la cultura, attenzione all’arte e alla storia – afferma Graziamaria Starace, assessore alla Cultura di Vieste – e noi con questa kermesse vogliamo raccontarci in modo diverso. Soprattutto vogliamo raccontare, con le immagini di film che sono autentici capolavori, il valore della conoscenza e dello studio del passato. Perché è nella storia che si pongono le radici del nostro presente e del nostro futuro. Approfondirla è un atto d’amore verso noi stessi”.

Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati