Attualità

Pace fatta: Fedez e J-Ax ritornano insieme per un grande progetto benefico a Milano

Torna il sereno, dopo alcuni anni di incomprensioni e distanza, fra Fedez e J-Ax. La coppia artistica, che aveva collaborato assieme in alcuni brani, questa mattina si è ritrovata in pubblico a Palazzo Reale a Milano per presentare un concerto speciale dedicato alla loro città. L’iniziativa benefica, il cui ricavato andrà a Tog e sarà trasmesso anche in diretta su Italia 1, è in programma martedì 28 giugno in Piazza Duomo. L’appuntamento segna il riavvicinamento con J-Ax dopo ben quattro anni di gelo. 

L’idea di Fedez, dopo le settimane complicate per il suo intervento, era inizialmente quella di fare un tour per riprendere la sua attività musicale. Complice anche la sua condizione di salute non è stato possibile, ma non si è abbattuto: ha voluto comunque realizzare un grande evento gratuito che potesse servire anche per aiutare la fondazione Tog. “Alla fondazione Tog mancano diversi milioni di euro per finire di costruire la loro base. Abbiamo attivato un numero verde a cui si può donare. È un evento che costa milioni di euro ma non ci guadagneremo nulla, tutto l’extra sarà per Tog. Voglio esortare dei brand per sostenere questo progetto”, ha spiegato Fedez in conferenza stampa. 

La Fondazione Tog è un centro riabilitativo per bambini con problematiche neurologiche complesse. Curano 114 bambini e l’idea è quella di ampliare la loro attività e la loro forza per aiutare quante più persone possibili. L’appuntamento, oltre la réunion di Fedez e J-Ax, vedrà sul palco Tananai, Rhove, Paky, Dargen D’Amico, Shiva, Ghali, Ariete, Miss Keta, Nitro, Mara Sattei.

Fedez si è detto felice di ritrovare J-Ax per questo nobile motivo. “La mia réunion con Fede – ha dichiarato J-Ax – non dipende dal concerto e non è stata nemmeno dipesa dalla sua malattia perché ci siamo sentiti prima che gli fosse diagnosticata e sono la prima persona che ha visto fuori dall’ospedale. Appena ci siamo chiariti, Fede mi ha parlato dell’associazione Tog che già conoscevo grazie ad una mia grande amica che è La Pina”. 

Articoli correlati

Back to top button