Non c’è pace per l’ufficio del Giudice di Pace a Manfredonia

Non trova pace l’ufficio del Giudice di Pace a Manfredonia. Un gioco di parole per evidenziare una situazione altalenante ormai da anni. Dopo la soppressione del Tribunale di Manfredonia, sezione distaccata del Tribunale di Foggia, e la soppressione dell’ufficio del Giudice di Pace di Monte Sant’Angelo, c’è stata una mobilitazione dei legali dei comuni interessati e limitrofi per far sì che a Manfredonia potesse far capo almeno l’ufficio del Giudice di Pace, ubicato presso il palazzo della Sorgente, evitando il via vai da Foggia. Sono cinque i Comuni che concorrono, sulla base della popolazione residente, al mantenimento dell’ufficio del Giudice di Pace di Manfredonia, ovvero: Zapponeta, Monte Sant’Angelo, Mattinata, Isole Tremiti e, appunto, Manfredonia. A questi, si aggiunge anche San Giovanni Rotondo. Oltre alle spese materiali, vi è l’incombenza del personale.

Ed è ormai da un anno che la cancelleria risulta scoperta di un’unità a seguito di pensionamento. Un’unità che insieme ad altre tre era stata assegnata dal Comune di Manfredonia, ma che ora, per via del personale sempre più agli sgoccioli, non può provvedere alla sua sostituzione. Per mesi, dunque, gran preoccupazione è serpeggiata tra gli avvocati per la paventata ipotesi di chiusura anche degli uffici in riva al Golfo che sembrava farsi sempre più vicina.

“Grazie al Comune di Monte Sant’Angelo è in itinere la soluzione di questo problema”, spiega l’avvocato sipontino Cristiano Romani, che annuncia una delibera a breve per l’assegnazione dell’unità mancante proprio dalla città dell’Arcangelo.

Se è vero il detto ‘non dire gatto se non ce l’hai nel sacco’, è però altrettanto vero che nei mesi è stato evidente l’impegno profuso dagli avvocati dei comuni interessati per far sì che l’ufficio di Manfredonia non chiudesse i battenti.

“Gran merito va riconosciuto all’Unione Avvocati di Manfredonia, sempre vigile sulla questione”, sottolinea Romani, evidenziando l’importanza di poter continuare ad avere la sede dell’ufficio giudiziario a Manfredonia per evitare ulteriore caos nel capoluogo dauno e conseguenti tempi allungati anche per le controversie di più semplice risoluzione.

Maria Teresa Valente




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*