Storia

Nel caldo di luglio, cadavere all’Acqua di Cristo 1957

Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Calici di Puglia
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano

Manfredonia – Località’ Acqua di Cristo, 1957. Il caldo era arrivato, e la strada sterrata impolverata in un’aria che scendeva sul mare. Il pastore masticava un po’ di pane quando affacciandosi sulla scogliera vide un corpo martoriato.

Il cadavere batteva contro la sorgente e le acque del mare, il suo prendisole sporcato da un colore vinaccia. Tutti dissero che era il corpo di una prostituta, probabilmente di Manfredonia. Sopraggiunse gente, ma nessuno riusciva a riconoscerla perché gonfia e con la faccia devastata. Qualcuno disse: ‘può darsi che sarà stata spinta dalla corrente nella notte e magari chissà da quale parte è arrivata‘. Rispose il pastore: ‘o dalle acque del Gargano o dalle zone delle Saline‘.

A macchia d’olio la notizia giunse al centro del paese. I nullafacenti e gli impiccioni scendevano di corsa giù al viale! Quando d’improvviso finalmente si sentì il rumore della sirena dei Carabinieri che arrivarono sul posto della sciagura. Quando dei militari esperti recuperarono il corpo della vittima, nell’ora che passò si attese l’ambulanza da Foggia! Dunque l’arrivo e l’apertura di grossi sportelli della bianca macchina con la croce rossa. Infine la ripartenza alla volta di Foggia per l’autopsia e il riconoscimento della signora. Erano la metà di luglio. 

di Claudio Castriotta

Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Calici di Puglia
Gelsomino Ceramiche

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati