Libri

Maria Teresa Valente: “Ecco il mio libro C’era una volta…a Manfredonia”

La miracolosa Madonna bambina della chiesa di Santa Chiara, re Manfredi, Elena degli Angeli e la leggenda del loro amore disperato, la porta della ‘castità’ e del crocifisso miracoloso di via San Lorenzo, la storia di Gigetto Prato, di Lorenzo Mione, di Pino Guerra e di Piero Trotta, ma anche di Gigino Gramazio e della sua Fernanda o di Antonio Riccardi e degli orrori che ha vissuto nei lager.

Tante sono state le storie che ho scritto negli anni e che ho deciso di raccogliere in un libro per condividerle con chi ama Manfredonia.

‘C’era una volta… a Manfredonia’ è un volume edito da Youcanprint ed è nato con l’intento di raccontare questa meravigliosa città ai sipontini di ieri e di oggi, a chi vive in riva al Golfo e a chi è emigrato, ma anche alle future generazioni, perché le nostre storie e tradizioni non possono e non devono essere dimenticate.

Ecco le modalità di acquisto del libro:

 Online con spedizione direttamente a domicilio dal sito: https://www.youcanprint.it/cera-una-volta-a-manfredonia/b/de91ff05-d764-5170-8454-4441dac5f4db

 su Amazon: https://www.amazon.it/dp/B0BQY433V7?ref_=cm_sw_r_apan_dp_S5349KEB741W1RR3R9S8

Di seguito le storie contenute nel libro

  • La miracolosa Madonna bambina della chiesa di Santa Chiara
  • Lorenzo Mione: l’incredibile vita di un pezzo di storia di Manfredonia
  • E Padre Pio disse: San Camillo si è fatto santo dormendo una notte nella mia cella. E io?
  • Mamma, li turchi! 16 agosto 1620
  • Re Manfredi, Elena degli Angeli e la leggenda del loro amore disperato
  • Il fico d’India: la pianta che giunse con Cristoforo Colombo e trasformò il paesaggio di Manfredonia
  • Matricola 147353: scopre l’orrore vissuto dal padre nei lager, in una lettera mai spedita
  • C’erano una volta i campi di concentramento a Manfredonia
  • Il cimitero di Piazza Duomo
  • Le ragazze della Singer: Gina, l’ultima ricamatrice a macchina di Manfredonia
  • Sant’Andunje, masckere e sune: più di un secolo fa a Manfredonia il Carnevale cominciava a casa Gelsomino
  • Le canzoni storiche del Carnevale di Manfredonia
  • Con i coriandoli nelle vene: Gigetto Prato
  • ‘A Cannelöre: le origini del detto
  • San Lorenzo Maiorano: un vescovo sospeso tra leggenda e realtà
  • Siponto nei libri di storia: quando Cristo morì, tremarono le montagne del Gargano
  • Come eravamo: i bbarracche di un secolo fa!
  • San Filippo Neri: nella cattedrale di Manfredonia la reliquia del cuore che s’ingrandì prodigiosamente
  • Gli scogli dell’Acqua di Cristo: un probabile cimitero dell’età del bronzo
  • Il miracoloso crocifisso di Via San Lorenzo
  • La porta della castità
  • La città sommersa nel golfo di Manfredonia
  • 12 luglio 1885: l’arrivo del primo treno a Manfredonia
  • La Sipontina: la Madonna che assistette allo stupro della schiava Catella
  • 9 settembre 1943: il piccolo Pasquale ammazzato dai soldati tedeschi e l’eroico gesto di Mons. Cesarano
  • Nacque in una traversa di Via Maddalena il primo teatro moderno di Puglia e tra i primi d’Italia
  • In villa il monumento realizzato con le rocce insanguinate del Carso
  • Concetta: la Sister Act sipontina che nel settecento mandava le folle in delirio
  • Gigino e Fernanda: l’amore oltre l’amore
  • Pino Guerra, il manfredoniano che insegnò chitarra a Tony Renis
  • Bar Principe Umberto: da Nada a Vallanzasca, la storia di un’attività testimone di una Manfredonia piena di vita
  • Le mille e una vita di Piero Trotta
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano

Maria Teresa Valente

Giornalista pubblicista dal 2000 ed impiegata, esercita anche l’attività di mamma full time di due splendidi e vivacissimi bambini: Vanessa e Domenico. È nata e cresciuta a Manfredonia (FG), sulle rive dell’omonimo Golfo, nelle cui acque intinge quotidianamente la sua penna ed i suoi pensieri. Collabora con diverse testate ed ha diretto vari giornali di Capitanata, tra cui, per 10 anni, Manfredonia.net, il primo quotidiano on line del nord della Puglia. Laureata in Lettere Moderne con una tesi sull’immigrazione, ha conseguito un master in Comunicazione Politica ed è appassionata di storia. Per nove anni è stata responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Manfredonia. Ancora indecisa se un giorno vorrebbe rinascere nei panni di Oriana Fallaci o in quelli di Monica Bellucci, nel frattempo indossa con piacere i suoi comodissimi jeans, sorseggiando caffè nero bollente davanti alla tastiera, mentre scrive accompagnata dalla favolosa musica degli anni ‘70 e ‘80.