fbpx
Attualità

L’Ungaretti-Madre Teresa di Calcutta scelta come scuola sentinella a Manfredonia per monitorare il Covid

È l’Ungaretti-Madre Teresa di Calcutta l’istituto scelto dalla ASL FG come scuola sentinella su Manfredonia per monitorare la diffusione di SARS-CoV-2 in ambito scolastico attraverso test salivari non invasivi nelle scuole primarie e secondarie di primo grado. In tutto sono 4 gli istituti individuati in Capitanata e la fascia di età è compresa tra i 6 e i 14 anni.

Lo scopo del piano predisposto dall’Istituto Superiore di Sanità, con il Ministero della Salute, il Ministero dell’Istruzione e la Conferenza delle Regioni e Province, è di ridurre la diffusione dell’infezione in ambito scolastico, limitando i provvedimenti conseguenti (isolamenti, quarantene, didattica a distanza, etc.)

Saranno circa 250 gli alunni sottoposti presso l’Ungaretti-Madre Teresa di Calcutta – su base volontaria – a test salivari (semplici come fossero lecca lecca) ogni 15 giorni per comprendere come si evolve l’epidemia soprattutto tra gli asintomatici.

Una buona notizia che permetterà di monitorare le classi dell’istituto ed allo stesso tempo di rendere un servizio importante alla comunità scolastica cittadina.

di Maria Teresa Valente

Maria Teresa Valente

Giornalista pubblicista dal 2000 ed impiegata, esercita anche l’attività di mamma full time di due splendidi e vivacissimi bambini: Vanessa e Domenico. È nata e cresciuta a Manfredonia (FG), sulle rive dell’omonimo Golfo, nelle cui acque intinge quotidianamente la sua penna ed i suoi pensieri. Collabora con diverse testate ed ha diretto vari giornali di Capitanata, tra cui, per 10 anni, Manfredonia.net, il primo quotidiano on line del nord della Puglia. Laureata in Lettere Moderne con una tesi sull’immigrazione, ha conseguito un master in Comunicazione Politica ed è appassionata di storia. Per nove anni è stata responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Manfredonia. Ancora indecisa se un giorno vorrebbe rinascere nei panni di Oriana Fallaci o in quelli di Monica Bellucci, nel frattempo indossa con piacere i suoi comodissimi jeans, sorseggiando caffè nero bollente davanti alla tastiera, mentre scrive accompagnata dalla favolosa musica degli anni ‘70 e ‘80.

Articoli correlati

Back to top button