fbpx
Musica

Location spettacolare per il concerto al tramonto a la ripa a Vieste per il Festambiente Sud

La giovanissima cantautrice Simona Severini ha incantato il pubblico della Ripa. Oggi, stessa location al tramonto, c’è Naomi Berrill.

“Ipotesi” è il primo EP di Simona Severini. Contiene sei canzoni registrate durante una live session in studio chitarra e voce. Ha un sound caldo e pulito che mescola elementi di jazz e vintage pop all’interno di una dimensione cantautorale. Due dei tre inediti sono co-firmati da Pacifico, a loro si aggiungono tre cover di Kendrick Lamar, Bonnie Raitt e Niccolò Fabi rielaborate ed immerse in un sound fatto di pochi elementi musicali e molte voci.

Cantautrice, nata a Milano. Ha una voce delicata e un’anima soul. Dopo alcune esperienze nella musica e nel teatro, che l’hanno portata ad essere ospite in dischi di Enrico Pieranunzi Pacifico e ad esibirsi al Piccolo di Milano e al Napoli Teatro Festival, ha deciso di “cantare da sola”. Ha girato chitarra e voce club e festival in Italia ed Europa tra cui Umbria Jazz, London Jazz Festival, JazzMi, Paris Jazz Vocal. Il 10 luglio 2020 ha pubblicato “Ipotesi”, il suo primo EP da solista.

Oggi è il turno di Naomi Berrill: suite dream

data: 2 agosto 2021
luogo: Vieste, località La Ripa, ingresso dal centro storico
orario apertura porte ore 18.30
orario inizio concerto ore 19
desk di FestambienteSud 
Marina Piccola

Con Naomi Berrill il violoncello arriva in territori inesplorati: uno strumento che diventa epicentro di un mondo immerso nelle atmosfere naturali, delicato ed etereo, in cui l’arte viene assorbita in modo onnivoro per poi espandersi a tutto tondo attraverso la musica, la danza, la poesia e le illustrazioni.

Berrill è una violoncellista, cantante e autrice irlandese, originaria di Galway. Di formazione classica, il suo percorso musicale l’ha portata a spaziare dalla musica barocca alla musica folk. Oltre ad essere una polistrumentista, ha un’estrema versatilità di genere che le permette di collaborare con musicisti classici (Michael Nyman, Giovanni Sollima, Mario Brunello i 100 Cellos), jazz (Simone Graziano, Alessandro Lanzoni), contemporanei (AlterEgo, Time Machine Ensemble), barocchi e folk. Inoltre collabora con la Compagnia Virgilio Sieni. Naomi Berrill dirige “High Notes”, festival musicale sulle Alpi Apuane.

In questo nuovo lavoro intitolato “Suite Dreams” l’artista ha raccolto 3 suites ispirate dal tema delle migrazioni, non solo di uomini o etnie ma anche di stormi di uccelli, di piante, di animali, di generi. Lo snaturarsi di una identità per poi rinascere in un altro contesto e miscelare gli elementi. Folklore e tradizioni in movimento, in dialogo, in crescita.

partner del tramonto

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button