#Ioleggoperchè: grazie ad un Arcivescovo di Manfredonia scoperte 32 favole di Fedro

Fino a domenica 27 ottobre, nell’ambito dell’iniziativa #Ioleggoperché, promossa dall’Associazione Italiana Editori, sarà possibile recarsi presso Nella pancia della balena, libreria per ragazzi di #Manfredonia ed acquistare libri da donare alle scuole per creare delle biblioteche a disposizione degli alunni.

E sulla spinta di questo interessante progetto, oggi #23ottobre in Piazza del Popolo, a partire dalle ore 17.30, ci sarà Esòpo e ci saranno tutti, galline astute e volpi depresse, animali pazienti e lettori intelligenti. Ce li portano bambini e bambine, ragazze e ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Ungaretti-Madre Teresa di Calcutta”, per invitare tutti a leggere e rileggere, vedere e meditare questo genere prezioso della letteratura che è la favola.

“Noi ci stiamo preparando – spiega il dirigente Francesco Di Palma – sarà un pomeriggio di musica e di coreografie, di letture ad alta voce e di qualche sorpresa creativa che speriamo vi piaccia”. Ed intanto, da parte del dirigente, l’occasione è gradita per invitare i genitori a rileggere le favole: “per poi provare a riconoscere in piazza quelle che proporremo alla vostra attenzione”.

A proposito di Esòpo, grande scrittore dell’antica Grecia, molti dei suoi celebri racconti educativi sono arrivati a noi grazie ad un riadattamento che ne fece Fedro, primo autore di favole della letteratura latina. Una curiosità che ci riguarda è che ben 32 favole di Fedro sono poi state scoperte e recuperate grazie all’opera di ricerca di Niccolò Perotto (a cui è dedicata una scuola nella nostra città), che fu arcivescovo di Manfredonia dal 1458 al 1480. Grande umanista e studioso, sui suoi testi studiò persino il grande Leonardo da Vinci. Come faccio a sapere queste cose? Semplice: leggendo!

Buona lettura a tutti!

Maria Teresa Valente




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*