Eventi

Suggestioni Sub Flore, tra storia e cultura a Castel Fiorentino

Il 27 settembre e 3,4 ottobre rassegna di eventi a Torremaggiore

 È stata presentata stamane al Comune di Torremaggiore “Suggestioni  Sub  flore – ritrovarsi a Castel Fiorentino”, la rassegna culturale promossa dalla locale Amministrazione Comunale in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese, Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e FAI Foggia, in programma il 27 settembre e il 3-4 ottobre 2020 nel sito archeologico di Castel Fiorentino a Torremaggiore. Intervenuti: Emilio Di Pumpo, sindaco di Torremaggiore; Giuseppe D’Urso, presidente del Teatro Pubblico Pugliese; Roberto Lavanna, Fondazione dei Monti Uniti; Giuseppe Candela, vice capo delegazione FAI Foggia; Ilaria Palma, assessore alla cultura del Comune di Torremaggiore; Luigi Schiavone, assessore al turismo del Comune di Torremaggiore.

Il programma prevede domenica 27 settembre, alle ore 18 al Castello Ducale, l’incontro dibattito “Ipotesi di percorsi culturali per la valorizzazione di Fiorentino”, mentre alle ore 19.30 è prevista la performance di letture teatralizzate “Processo storico a Federico II” a cura del Centro Attività Culturali D. T. Leccisotti. Sabato 3 ottobre alle ore 15.30 a Castel Fiorentino, “Su per Fiorentino”: in cammino fino a cima al parco archeologico a cura delle associazioni Arcieri storici Turris Maioris e Borgo Antino, Sbandieratori e Musici Florentinum, a seguire Virtual tour a cura del Comitato “Insieme per Fiorentino”; alle 17.30, concerto Ludus Musicalis Federicianum con Camerata Musica Antiqua. Domenica 4 ottobre alle ore 10, “Su per Fiorentino”: in cammino fino a cima al parco archeologico a cura delle associazioni Arcieri storici Turris Maioris e Borgo Antino, Sbandieratori e Musici Florentinum e Virtual tour a cura del Comitato “Insieme per Fiorentino”; alle 11.30, spettacolo teatrale “Harem” di e con Carla De Girolamo.

Il sito di Fiorentino è un’area in aperta campagna, non recintata, soggetta alle intemperie e all’usura del tempo e degli agenti atmosferici; rimane poco dell’antica città, ma è ancora vivida la bellezza naturale data dalla posizione dominante sul tavoliere. L’amministrazione Comunale di Torremaggiore intende proporre la realizzazione di un evento  esperienziale che riporti alla ribalta la bellezza del sito, evento che si svolgerà in tre diversi momenti . Il fruitore/turista dovrà andar via con il ricordo e le emozioni di un’esperienza ed un bagaglio culturale arricchito: avrà goduto della natura, della semplicità, del silenzio dei vasti spazi, dei racconti, dell’immersione virtuale nella storia di un tempo che fu, della suggestione di ritrovarsi nel luogo dove morì uno dei grandi imperatore di tutti i tempi: Federico II. Un forte elemento emozionale che insieme a storia e offerta culturale rappresenterà il senso dell’iniziativa autunnale.

“E’ una manifestazione che vedrà una tre giorni di eventi, frutto di un bel lavoro di squadra. Castel Fiorentino può essere un volano di sviluppo per Torremaggiore, la cultura è strategica per la crescita di un territorio. Siamo certi che questo sodalizio tra Amministrazione e Teatro Pubblico Pugliese andrà avanti nel tempo”, ha affermato il sindaco Di Pumpo. Per il Presidente del Teatro Pubblico Pugliese Giuseppe D’Urso  “quando c’è la volontà di far bene, si raggiungono risultati importanti. Siamo reduci dal successo della rassegna all’Anfiteatro di Lucera, questo ci fa capire che la strada è quella giusta. Il Comune di Torremaggiore è tra i soci storici del Teatro Pubblico Pugliese, a cui la comunità locale tiene molto. Per cui è un motivo in più per essere spronati a organizzare eventi come questi. Dobbiamo avere l’ambizione di dare continuità alle nostre azioni. È la sfida che lanciamo alle istituzioni e ai territori”.

“La volontà di questa Amministrazione è quella di valorizzare Castel Fiorentino. Abbiamo pensato di continuare questo programma andando oltre la stagione estiva e, aiutati dal Teatro Pubblico Pugliese con cui siamo soci da oltre 30 anni, abbiamo dato vita a questa rassegna. Il sito di Castel Fiorentino riesce ancora ad emozionare. Voglio ringraziare le associazioni locali, la sinergia di tutte questa realtà darà vita a una bella manifestazione, auspichiamo l’arrivo di turisti da ogni luogo”, ha sottolineato l’Assessore Ilaria Palma. 

Luigi Schiavone, Assessore al turismo, ha messo in luce come “appena insediati si sia voluto procedere con la stipula di una convenzione con le guide turistiche, un modo ideale per permettere al turista di visitare i monumenti in modo piacevole”. “Crediamo molto nel turismo – ha detto Schiavone –  l’impegno è quello di promuovere la nostra storia anche fuori Torremaggiore”. 

“Operiamo tra gli altri nel campo della cultura, con l’obiettivo contribuire a valorizzare un territorio straordinario. Castelfiorentino è una ricchezza eccezionale, e messa a regime può diventare un attrattore importante. Sono opportunità strategiche per l’Alto Tavoliere ma anche per l’intera provincia di Foggia”, ha affermato Roberto Lavanna (Fondazione Monti Uniti di Foggia); “una presenza importante, quella della Fondazione Monti Uniti – sostiene il presidente del TPP Giuseppe D’urso – “compagna di viaggio in questo nuovo corso del Tpp nel foggiano, sostenitrice convinta anche della rassegna estiva appena conclusa con successo all’Anfiteatro di Lucera. Manifesto e importante anche l’entusiasmo del Fai di Foggia, altro importante partner di strategie comuni. Ci troviamo ora qui, insieme per una piattaforma di rilancio delle bellezze di questi luoghi”.

Giuseppe Candela (FAI Foggia): “Operiamo nel recupero e valorizzazione del patrimonio storico-culturale italiano, attraverso anche la promozione di eventi, come i luoghi del cuore. A Torremaggiore c’è stata una bella azione di progettazione per valorizzare il sito di Castel Fiorentino. Crediamo che la strada sia giusta per farlo diventare un volano di sviluppo per tutto il territorio”.

Gli eventi gratuiti sono su prenotazione. Biglietti disponibili su www.eventbride.com.

Libera Maria Ciociola

Da sempre appassionata di arte, cultura e scrittura oltreché giornalista pubblicista con esperienza decennale nell'ambito giornalistico e della comunicazione (tradizionale e social)

Articoli correlati

Back to top button