Eventi CapitanataEventi Italia

Estate Foggia, per le Orex “Il Comune ha accolto proposte private con criteri e modalità poco chiari”

Promo Manfredi Ricevimenti
Domenico La Marca
Centro Commerciale Gargano
Maria Teresa Valente
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele

La denuncia dell’associazione di promozione sociale 

“Tutto è cambiato, o tutto è rimasto com’era? È avvilente e lascia l’amaro in bocca sapere che, anche quest’anno, la proposta artistica/culturale prevista per l’estate foggiana sia stata calendarizzata in totale assenza di quelle procedure che sollecitiamo ormai da oltre un anno, sia come OrEx sia come appartenenti alla Filiera Culturale della città di Foggia. L’anno scorso, le nostre rimostranze furono espresse ufficialmente in un comunicato di protesta diffuso anche a mezzo stampa. Nel comunicato, dichiaravamo che la nostra Associazione non avrebbe avanzato al Comune di Foggia alcuna proposta di propri spettacoli o performance, vista l’assenza di trasparenza nelle modalità di assegnazione dei fondi destinati alle attività culturali (assegnati nella quasi totalità a “chiamata diretta”, da quell’amministrazione poi sciolta per infiltrazioni mafiose). È avvilente scoprire che, nonostante il commissariamento straordinario, non sia cambiato assolutamente nulla. Da pochi giorni è stato reso pubblico il cartellone di Foggia Estate 2022.

Non sono affatto chiari i criteri con i quali sono state scelte le Compagnie e le Associazioni partecipanti.

Non c’è stato un avviso pubblico, di conseguenza nemmeno un budget complessivo di spesa, dei criteri di selezione,  men che meno una tematica da sviluppare; non c’è stata, insomma,  quella trasparenza che già l’anno scorso chiedemmo a gran voce.

Il Comune ha accolto proposte arrivate non si sa in che modalità (non essendoci una modalità ufficialmente stabilita); ha dunque assegnato date in programma, senza che di fatto siano chiari né il criterio  né la motivazione delle scelte effettuate.

La nostra Associazione, come tante altre, è ormai avvezza a partecipare a bandi ed avvisi pubblici (alcuni anche vinti), ad elaborare proposte e progetti (anche di durata annuale); è assurdo poter dare il proprio contributo alla cultura ed al senso civico tramite bandi di Fondazioni ma non poterlo dare rispondendo ad Avvisi pubblici in casa propria. 

Come Associazione di promozione sociale, e come parte della Filiera Culturale della città di Foggia, ci preme denunciare nuovamente come un comparto come quello della cultura sia così malamente gestito. 

La nostra indignazione si somma a quella di tanti colleghi che, pur in apparente silenzio, lottano ogni giorno per contrastare una cattiva gestione perniciosa per tutti i cittadini di questa città.

Nemmeno quest’anno ci saremo a casa nostra e il motivo è tutto qui”.

Domenico La Marca
Casa di Cura San Michele
Maria Teresa Valente
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati