Attualità CapitanataSpettacolo Italia

Elodie ha visto “Ti mangio il cuore” con Rosa D, la prima pentita di mafia del Gargano

Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche

Fra poco meno di una settimana uscirà nelle sale il film di Pippo Mezzapesa, “Ti mangio il cuore”, con la partecipazione straordinaria di Elodie. La pellicola, nelle sale da giovedì 22 settembre, è attesissima per il suo tema: il racconto della quarta mafia italiana, ovvero la mafia del Gargano. Dopo la proiezione in anteprima a Venezia, il film è stato proiettato in una sala romana privata con un’ospite speciale. A rivelare i dettagli di questa proiezione è stato ilVenerdì, il settimanale del quotidiano La Repubblica con un pezzo a firma di Claudia Arletti. 

Accanto a Elodie, alla sua prima prova di attrice, in questa sala romana è avvenuto il primo incontro con la protagonista a cui si ispira il film: Rosa D, 55 anni, collaboratrice di giustizia. Il film prende spunto da una storia dell’omonimo libro sulla quarta mafia “Ti mangio il cuore” (Feltrinelli, 2019), scritto dai giornalisti Giuliano Foschini e Carlo Bonini. 

Rosa è stata la prima pentita della quarta mafia. Ha cominciato a parlare subito dopo essere arrestata e le sue deposizioni hanno fatto luce sulla faida che va avanti da tantissimo tempo fra i Tarantino e i Ciavarella. Rosa nasce in una buona famiglia, è una delle più belle di Sannicandro Garganico e un giovane membro del clan Tarantino si invaghisce di lei. Segue subito un matrimonio, tre bambini e l’arresto del marito. Complice l’assenza del marito nasce una relazione con il rivale, un boss emergente dei Ciavarella. Nascerà un figlio e Rosa comprenderà che cosa potrà succedere in futuro: una lotta di sangue e morti fra i fratelli.  Dopo l’arresto, la decisione di collaborare con la giustizia per impedire questa scia di sangue.

Elodie, nel corso di questa proiezione, ha dichiarato: “Interpretare Rosa è stato come andare in terapia psicoanalitica, ho totalmente empatizzato con questa personalità così coraggiosa, costretta a crescere in una gabbia di violenza che certo non aveva scelto. Ho provato rabbia, compassione e frustrazione”. 

Il servizio racconta che Elodie e Rosa hanno guardato assieme per la prima volta il film. Alla fine, Rosa si è complimentata con Elodie. “Sei stata bravissima”; dice Rosa. “Davvero? Ma ti è piaciuto davvero?”, commenta Elodie. “Molto, non era facile”, aggiunge Rosa. Poi le battute finali. Elodie chiede se è davvero andata così la storia, fra sangue e facce sparate. Lei risponde secca: “Anche peggio”. 

Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

Articoli correlati