Politica Italia

Ecco la vita da parlamentare: rimborsi, viaggi, spese telefoniche

Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Una nuova legislatura si aprirà alle ore 10.00 di oggi. Con la convocazione delle Camere, e l’elezione dei due presidenti, la nuova legislatura prende il via ufficialmente. Dopo il voto del 25 settembre, arriveranno in Parlamento i nuovi rappresentanti dei cittadini. Molti sono riconferme, mentre altri sono matricole, ovvero parlamentari al debutto. 

In questi giorni ci sono state le prime immatricolazioni e tutti i passaggi di registrazione, ma come vengono trattati i parlamentari italiani? Questa mattina il quotidiano economico Il Sole 24 ore ha raccolto alcuni dati sulla vita di ogni parlamentare. Il trattamento economico di ogni parlamentare, sottolineano, è composto da diverse voci. La prima è sicuramente quella che riguarda l’indennità parlamentare: 12 mensilità con un importo pari a 5.269,04 euro (al netto delle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali). 

Oltre questo “stipendio” per la loro funzione parlamentari, ai deputati – sulla base della legge n.1261 del 1965, viene riconosciuta anche una diaria per il rimborso delle spese di soggiorno a Roma. Molti parlamentari, infatti, non sono romani, dunque hanno costi e spese per il soggiorno romano (hotel, ristoranti, taxi, etc). Per ogni parlamentare è garantito una diaria pari a 3.503,11 euro mensili. La somma, però, viene decurtata in caso di assenza dai lavori parlamentari per una somma di 206,58 euro per ogni giorno di assenza del deputato. 

Ci sono poi ancora dei rimborsi spesa. A ciascun deputato, infatti, è riconosciuto un vero e proprio contributo per sostenere le attività connesse al proprio mandato. Il rimborso ammonta a 3.690 euro mensili. Le spese rimborsabili sono quelle legate al sostegno di consulenze e ricerche, supporto per attività a livello territoriale, gestione dell’ufficio, organizzazione e sostegno delle attività politiche. 

Ogni deputato, poi, dispone di una somma annua di 1.200 euro a titolo di rimborso per le spese telefoniche.

L’ultima garanzia per i deputati è quella legata ai trasporti e ai viaggi. Per ogni deputato è garantita la libera circolazione autostradale, ferroviaria e aerea. È possibile, infatti, ottenere biglietti esibendo il tesserino unico agli sportelli dell’agenzia di viaggi presente presso le sedi della Camera dei Deputati. 

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

Articoli correlati