Politica

Decreto Clima diventa Legge, Tasso: “Dal nostro territorio utili indicazioni”

Il Decreto Clima è diventato legge, grazie alla approvazione della Camera dei Deputati avvenuta il 10 dicembre scorso. Nel suo intervento in dichiarazione di voto, il deputato Antonio Tasso fa precisi riferimenti ad alcune situazioni critiche nella provincia di Foggia. In particolare, riferendosi all’articolo 2 del D.L. (dal minuto 3:16 del video), relativo al “Programma Sperimentale Bonus Mobilità” il parlamentare sipontino – capogruppo MAIE Camera – argomenta: “Il “Programma sperimentale buono mobilità” previsto con l’articolo 2 e che impiega il 60% del budget previsto, è la novità principale di questo decreto. L’obiettivo è chiaro: incentivare metodi di trasporto poco inquinanti e con un basso tasso di emissioni di CO2. Bene, ma c’è bisogno che i servizi pubblici ci siano e siano efficienti.

Perché… E qui porto l’esempio di ciò che si verifica nel mio territorio, la provincia di Foggia. Se si tagliano i treni di collegamento per il Gargano Nord…

Se la linea ferroviaria FoggiaManfredonia, che rappresenta un importante segmento di collegamento tra il capoluogo ed una vasta area del basso Gargano, non viene elettrificata, nonostante fosse previsto fin dal 2009… E se la mobilità della seconda provincia d’Italia come estensione, viene demandata al trasporto su gomma, certamente molto più inquinante…Allora abbiamo un serio problema sulla riduzione di diossido di carbonio. Questi interventi andrebbero considerati, proprio nell’ottica di incentivazione di metodi di trasporto poco inquinanti”. Poi, riferendosi agli obiettivi del decreto in discussione, come il “Miglioramento della qualità dell’aria”, l’onorevole Tasso, dal minuto 6:44 del video, compie un passaggio sugli incendi nella periferia di Cerignola e nella discarica di Deliceto affermando:” Se si intende davvero migliorare la qualità dell’aria ed intraprendere seriamente questo percorso verso un Patto Verde e Sostenibile, non si può prescindere da un controllo capillare e costante del territorio.

Perché, non è concepibile che, e mi riferisco sempre ad esperienze delle mie zone, vi siano incendi dolosi di rifiuti, per evitare gli smaltimenti corretti, che disperdono nell’aria sostanze nocive, come accade spesso in agro di Cerignola o in varie discariche, tra cui quella di Deliceto. Questi atti criminali vanno sanzionati pesantemente. E, dal minuto 7:29, riflette su Energas:” Se l’Europa ha come obiettivo le “Zero Emissioni nel 2050”, bisogna procedere su un percorso di decarbonizzazione e allora immagino che questo governo non darà MAI l’autorizzazione alla realizzazione di un mega deposito di GPL nei pressi di MANFREDONIA, che l’azienda Energas, infischiandosene del netto rifiuto della cittadinanza, persevera nel volerlo impiantare”. Tasso riconosce la grave situazione climatica globale, in considerazione di quanto scritto nell’ultimo rapporto del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico, che dichiara che vi sono soltanto undici anni a disposizione per evitare la catastrofe ambientale.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button