Attualità CapitanataPolitica Italia

Conte incontra Draghi. Possibile voto online sull’uscita del M5S dal Governo

Dopo la telefonata dell’altro ieri e la conferenza stampa di ieri, Mario Draghi incontrerà questo pomeriggio Giuseppe Conte. Ad annunciarlo lo stesso leader del MoVimento 5 Stelle ad Agorà, questa mattina su Rai3. Al centro dell’incontro, ovviamente, il presunto scambio di telefonate e messaggi in cui il premier avrebbe chiesto a Beppe Grillo la testa dell’ex premier, ora capo dei grillini, Giuseppe Conte. Ieri, in conferenza stampa, Mario Draghi ha smentito l’esistenza di quei messaggi e ha allontanato da sé, categoricamente, pressioni di qualsiasi natura sui partiti della maggioranza. 

Il quadro, però, non è ancora stabile. Se ieri Draghi era ottimista sulla tenuta del Governo, i malumori della maggioranza – in attesa della campagna elettorale per le prossime politiche – sono evidenti. “Sono ottimista, il governo non rischia perché l’interesse nazionale e degli italiani è preminente. Il Governo è stato formato per fare e questa è la condizione che ha per fare”.

Draghi, poi, ha confermato che questo è l’ultimo governo di questa legislatura. Dunque, se i 5 stelle lasciassero il Governo, o immaginerebbero un appoggio esterno, il governo Draghi cadrebbe. “Il Governo non si fa senza i 5 stelle, perché hanno dato e danno un contributo importante, e sono certo che continueranno a darlo nei prossimi mesi”. 

Le rassicurazioni di Draghi, però, non convincono i grillini, oramai implosi dopo la decisione di Luigi Di Maio, con ben sessanta parlamentari, di abbandonare il MoVimento. Il senatore grillino Alberto Airola ha scritto: “Dopo i recenti fatti, primo tra tutti il comportamento ambiguo del premier Draghi sulle proprie dichiarazioni in merito a Giuseppe Conte, la frustrazione e l’insofferenza dei nostri elettori per un governo che smantella sistematicamente i nostri obiettivi politici, nel mio ruolo di portavoce, non posso che manifestare pubblicamente la mia vicinanza e il mio sostegno a Giuseppe Conte ma nel contempo voglio rappresentare con forza l’istanza d’uscita da questo governo, voluta fortemente dal nostro Popolo. Le fragole sono marce”.

Airola interpreta un sentimento diffuso. Tutti i big del M5s, nonostante la posizione ufficiale, sono per la rottura. Secondo Repubblica l’ex premier Conte potrebbe rivolgersi alla piattaforma grillina per chiedere direttamente un voto alla base M5s. Se così fosse ci sarebbe un voto già scritto e una fine per il Governo Draghi prima delle ferie estive. 

Articoli correlati

Back to top button