Politica

Concessioni balneari, Gatta: “Puglia fanalino di coda, altre Regioni hanno già provveduto alla proroga al 2033”

“Sono inutilmente trascorsi questi mesi senza che gli operatori del settore balneare potessero avere certezze sul futuro delle loro attività, nel mentre, però, la maggior parte delle Regioni italiane hanno già risolto l’annosa questione delle proroghe delle concessioni al 2033: dopo la Sicilia, infatti, ora anche la Sardegna si “accoda” alle Regioni più efficienti e avoca a sé le funzioni necessarie. Con diverse sfumature di impostazione, ogni Regione sta esercitando i poteri sostitutivi, riconoscendo le proroghe delle concessioni per sopperire ai ritardi dei Comuni. I pugliesi hanno deciso che la Giunta Emiliano sia al governo della nostra Puglia e noi ne prendiamo atto, ma migliaia di gestori balneari sono appesi ad un filo in attesa di capire se possano programmare investimenti e le stagioni e se siano nelle condizioni di interloquire con gli istituti di credito per eventuali prestiti (che, in assenza della proroga, difficilmente verrebbero concessi). Insomma, alla Puglia non resterebbe che seguire le orme di Regioni moderne e politicamente attente alle esigenze di cittadini e operatori economici. Dopo mesi di appelli finiti nel buio, non possiamo esimerci dall’augurarci un cambio di passo con l’arrivo di un concreto segnale di sensibilità per un settore fondamentale per la Puglia”.

(Nota del Consigliere regionale di Forza Italia, Giandiego Gatta)

Libera Maria Ciociola

Da sempre appassionata di arte, cultura e scrittura oltreché giornalista pubblicista con esperienza decennale nell'ambito giornalistico e della comunicazione (tradizionale e social)

Articoli correlati

Back to top button