fbpx
Cronaca

Cerignola, quattordicenne difende amico accusato di “essere gay e grasso” e viene picchiata da coetanea

Una quattordicenne sarebbe stata picchiata perché avrebbe difeso un suo amico accusato di essere omosessuale e grasso.  Una vicenda all’attenzione dei carabinieri intervenuti, ieri sera, sul posto anche se al momento non è stata formalizzata una denuncia.

Secondo una prima ricostruzione la ragazzina, quattordicenne, era in compagnia di un’amica e di un amico, nei pressi della villa comunale, quando sono stati avvicinati da altri due adolescenti – una ragazza e un ragazzo –  che hanno iniziato a prendere in giro l’amico della vittima ritenendolo omosessuale e grasso. Dopo diversi insulti e offese al ragazzo  la vittima sarebbe intervenuta per difenderlo e sarebbe stata picchiata, con schiaffi  e calci, dalla coetanea. Poco dopo sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno trovato la ragazzina e l’amico in evidente stato di shock ma nessuna traccia dei presunti aggressori.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button