Politica

Barone: “Chiediamo al presidente Emiliano di portare con forza a Roma la voce della Capitanata. Necessario il rafforzamento dei tribunali”

Nota della consigliera del M5S e assessora al Welfare Rosa Barone a margine dell’approvazione in Consiglio regionale della mozione per rafforzare la presenza dei tribunali provincia di Foggia

Oggi in consiglio abbiamo approvato tre mozioni dal grande valore per il contrasto alla criminalità organizzata. Ringrazio il collega Perrini, presidente della commissione di studio e inchiesta sulla criminalità organizzata in Puglia, per la mozione presentata a nome della commissione che impegna la Giunta a chiedere il rafforzamento degli organici in Puglia e il vicepresidente De Leonardis per la mozione con cui si richiede di ripristinare in provincia di Foggia almeno un altro tribunale. Non possiamo non essere allarmati per quello che sta succedendo e riteniamo che il Governo debba dare delle risposte emergenziali che ad oggi non sono arrivate, ed è sotto gli occhi di tutti. Sono stati fatti dei piccoli passi, ma non basteranno certamente cinquanta poliziotti in più, così come non è sufficiente lo spostamento da Bari dei magistrati che si occupano di Foggia. Questa è stata una misura richiesta dal Movimento 5 Stelle, di cui andiamo anche fieri, però sicuramente non basta. Ci vogliono tribunali. In tutto il Molise ci sono 305.000 abitanti e ci sono due tribunali, Campobasso e Isernia. In Abruzzo, dove gli abitanti sono 1.200.000, quindi il doppio dei foggiani, ci sono quattro tribunali. Noi ne abbiamo uno per 600.000 abitanti circa, in una situazione orograficamente molto più grave, perché per arrivare da Vieste a Bari ci vogliono tre ore e per  arrivare dai Monti Dauni a Foggia ci vuole un’ora, con strade dissestate. Credo veramente che una richiesta di aiuto al Governo sia necessaria dalla Regione Puglia, con il supporto anche dei nostri parlamentari. Inoltre, ringrazio la presidente Capone per la possibilità di avere il  Consiglio monotematico sulla Capitanata, che è stato richiesto a più voci, in primo luogo dal collega Tutolo, in cui sarà importante la presenza della ministra Lamorgese. I numeri sono sotto gli occhi di tutti e sono assolutamente gravi sia per quello che riguarda i posti di lavoro che mancano, sia per il numero di magistrati in rapporto a quelle che sono le udienze. Da rappresentante di quel territorio non posso far finta di niente, quindi ho votato con assoluto orgoglio questa mozione, sperando che il Presidente possa far sentire la voce di tutto il Consiglio regionale, perché è una questione che riguarda l’intera regione. Credo sia veramente un grido d’aiuto quello che parte oggi dal Consiglio regionale. Da assessora al Welfare, chiedo al Presidente di portare con forza la voce su quei tavoli, perché abbiamo realmente bisogno anche di una risposta politica particolarmente incisiva e potente”.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button