Sport Italia

Baldanzi, Lookman e Strefezza: le tre rivelazioni della Serie A

Baldanzi, Lookman e Strefezza: tre rivelazioni totali del girone d’andata, e occhio anche all’imminente girone di ritorno. L’Empoli si coccola il suo campioncino classe 2003: qualità, uno contro uno e fiuto del gol. Baldanzi ha sbaragliato la concorrenza sulla trequarti, superato ormai definitivamente Bajrami e Pjaca. Zanetti, come confermato in diverse conferenze stampa, è pronto a puntare sul suo gioiellino con costanza e decisione.

Massima attenzione anche all’impatto devastante di Lookman. L’ex Leicester, trasferitosi all’Atalanta nella scorsa sessione estiva, ha stravolto le gerarchie dell’attacco atalantino grazie alla sua grande capacità nell’attaccare la profondità e rispondere presente anche in zona gol. Gasperini ha riposto su di lui il peso dell’attacco nerazzurro, alternandolo sia in posizione di trequartista nel solito 3-4-2-1, sia nel ruolo di esterno offensivo nel nuovo 3-4-2. I tifosi dell’Atalanta si aspettano ancora tantissimo dal loro nuovo idolo: il girone di ritorno è già pronto a entrare nel vivo. Dopo la doppietta contro la Juventus, Lookman proverà a recitare una parte da protagonista anche contro la Sampdoria, sfida valida per la 20^ giornata di Serie A.

Baldanzi, Lookman e Strefezza: i tre nuovi talenti della Serie A 2022/2023

Super impatto per Baldanzi e Lookman, ma occhio anche alla totale “esplosione” calcistica di Strefezza. L’esterno offensivo del Lecce, in gol anche nell’ultima sfida di campionato contro la Salernitana (match della 20^ giornata), proverà a trascinare i giallorossi verso una salvezza tranquilla e serena. Velocità, qualità e tiro al veleno: il Lecce proverà a trattenere il suo uomo di maggiore talento anche in vista della prossima estate. Baldanzi, Lookma e Strefezza: la Serie A ha già scoperto le sue sorprese di quest’anno.

Promo Manfredi Ricevimenti
Promo Gelsomino ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano

Salvatore Stella

"Classe 1986, giornalista pubblicista e laureato in scienze della comunicazione e giornalismo. Contrariato e rattristato dall’abolizione del trequartista nelle nuove idee di calcio".