Astri e costellazioni per la risonanza di Foggia

Rendere meno traumatica l’ospedalizzazione per i bambini trasformando il momento dell’esame diagnostico, lungo e invasivo ,difficile per l’adulto ma ancor di più per il bambino , in una sorta di gioco per aiutare i piccoli pazienti ad affrontare il tutto con maggiore serenità. Questo è l’obiettivo del  progetto di Astrorisonanza, che verrà inaugurato lunedì 20 Maggio alle ore 12.30 presso il Policlinico di Foggia.

Ideato e realizzato dall’Associazione di Clownterapia il Cuore Foggia autofinanziandosi e con l’aiuto di donatori che hanno creduto in questa iniziativa. I lavori sono stati interamente eseguiti a mani da artisti volontari, Alessia la Salandra ,Diletta Ciannarella , Antonio Bratti, Antonio delli Carri, Rachele Sabatino, Laura Mascolo,Francesco Carbonaro , Martina Pesce,Guglielmo Morsillo che hanno trasformato l’ambiente cupo e triste in un’atmosfera magica e suggestiva dello spazio fin dal corridoio,dalla sala d’attesa e la sala Risonanza dove le pareti colorate e dipinte rappresentano costellazioni, pianeti e astri, che contribuiscono a far sentire il bambino un vero e proprio astronauta in una navicella spaziale.. Le novità di questo progetto sono tante iniziando da due bambine MariaNicole e Noemi  che rappresentano l’ispirazione più grande di questa iniziativa, e poi un’altra novità’ è la storia di Luna , una bambina ospedalizzata che riesce a superare la paura del ricovero , dei camici bianchi e dell’esame diagnostico grazie al suo cappellino Astronumerino che le da tanta forza e coraggio fino a trasformarla in Astroluna , tutta questa storia è stata scritta dall’artista terapista Alessia la Salandra e può essere seguita dai bambini attraverso oblò che riproducono i vari momenti difficili del ricovero ospedaliero dipinti a mano e realizzati in 3D sui muri . Inoltre , per rendere ancora più incoraggiante l’esame diagnostico ci sarà la Mascotte di Luna che accompagnerà i bambini nella seduta settimanale per la Risonanza. La solidarietà riscontrata tra la gente – dichiara Jole Figurella , presidente del il Cuore Foggia- è stata davvero tanta e ha permesso ai noi volontari di raccogliere nel giro di un anno un importo tale da realizzare il progetto. Un particolare grazie è rivolto al Dott. Vitangelo Dattoli , direttore generale dell’azienda ospedaliera che ha creduto nella nostra iniziativa e ha pertanto autorizzato la realizzazione , al dott. Grilli ,al Prof. Macarini e a tutti gli  operatori sanitari del servizio di risonanza che ci hanno sostenuto e incoraggiato con entusiasmo , e poi tanti donatori che hanno contribuito alla raccolta fondi grazie alla vendita dei panettoni e delle uova pasquali come il consorzio Opus, il Gruppo Salatto, l’11 reggimento Genio Guastatori della caserma Nicola Sernia di Foggia e il Comandante Alessandro Del Biondo che ha autorizzato la raccolta fondi con le uova pasquali ,alla ditta Marseglia , ai detenuti del carcere di Lucera che hanno donato una raccolta in denaro per l’associazione, alla raccolta fondi delle Maratonina di Lucera , all’attività commerciale  Quelli della Notte e Essedi shop , alla particolare generosità di Angela Albanese e alla sua azienda Nexive’ che ha donato un bel contributo oltre alla mascotte e infine a tutti i genitori e i bambini che hanno consentito tutto ciò. Questo – conclude Jole Figurella – è l’inizio di una lunga serie di progetti che si potranno realizzare per l’Ospedale di Foggia , infatti il prossimo obiettivo è la Milk room , la sala per l’allattamento in Neonatologia, la ludoteca della Neuropsichiatria infantile e altri ancora.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*