Storia

A ciucclatore: ossia a caffuttore della vecchia usanza a Manfredonia

Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti

BELLA e pronta per l’uso la mattina, sul tavolo della vecchia cucina manfredoniana, quando la vita era fatta di un’altra era. Veniva spesso usata anche nel pomeriggio, quando ci si riuniva per storie e fatti di città. Il risultato: un caffè forte dal gusto particolare, un caffè “turco”, versato nell’apposita ciucclatore provvista di un lungo manico.Nella stessa si mettevano due parti di caffè abbondante ed una piena di zucchero per circa una dozzina di acqua per la bollitura; si mescolava e si poneva sul fuoco aspettando un’ottima ebollizione, si alzava quindi la parte che chiudeva a caffuttore ed usciva il fumo denso e un profumo di vera e deliziosa fragranza del buon caffè; il tutto veniva spesso usato nell’arco della giornata scaldandolo al momento di berlo. Vi assicuro una vera delizia raccontatami dalla mia nonna.

Di Claudio Castriotta

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati