Salute e Benessere

Viaggio tra i benefici dello shiatsu. Bucci: “Liberarsi da ansia e stress lavorando sui muscoli”

Tutti lo conoscono come tecnica per sconfiggere il mal di schiena. Invece lo shiatsu è molto di più. Tante sono le ricerche a sostegno dei benefici della digitopressione che trova impiego per frenare l’energia dei bambini iperattivi oppure può essere un toccasana anche per chi è affetto da patologie che comportano un decadimento cognitivo. Pensiamo ai nostri anziani affetti da Parkinson o l’Alzheimer. E non solo.

L’operatore opera attraverso un tocco costante in equilibrio tra pressione e carezza, offrendo un sostegno: non a caso l’ideogramma giapponese che lo identifica rappresenta due persone che si sostengono a vicenda. Dal giapponese “Shi” (dito) e “Atsu” (pressione), lo shiatsu racchiude quella tecnica manuale che grazie alla pressione di palmi e pollici in determinati punti del corpo, regala un equilibrio a livello psicofisico. Abbiamo approfondito l’argomento con Alessio Bucci, operatore shiatus del Metodo Integrato Shiatsu Aura Namikoshi.

Come ti sei avvicinato allo shiatsu?

Mi sono sottoposto a questa tecnica in prima persona, per risolvere alcuni problemi di salute. All’età di 23 anni ho cominciato a soffrire di dolori alla  cervicale e alla schiena: dolori che limitavano il mio stile di vita e che erano dovuti allo svolgimento di un lavoro usurante. Fu un collega a suggerirmi di provare lo shiatsu. Incuriosito, prenotai una seduta dal Maestro Pasquale Galantini. Ricordo che notai i risultati sin dalle prime sedute, da allora la mia vita è cambiata.

C’è ancora chi confonde questa disciplina con le altre tipologie di massaggio: vuoi spiegarci la differenza?

Lo shiatsu non è un massaggio ma è una tecnica manuale che utilizza le pressioni per favorire il benessere globale della persona, proprio come indica l’etimologia stessa del suo nome. A differenza degli altri massaggi, non si utilizzano oli o altre sostanze, non si utilizzano nemmeno attrezzi. L’interlocutore è vestito e la sua efficacia è immediata.

Come si svolge una seduta?

Lo shiatsu Namikoshi originale viene praticato a terra su un futonuna sorta di materasso giapponese, rimanendo comodamente vestiti. Personalmente preferisco praticare il M.I.S.A. AURA, vale a dire una tecnica shiatsu aggiornata al nostro stile di vita occidentale in grado di stimolare ben 3400 punti del nostro corpo. Anche in questo caso, l’interlocutore resta comodamente vestito ma, invece di essere a terra sul futon,  si trova su un classico lettino da massaggi, posizione che ritengo migliore sia per l’interlocutore che per l’operatore.

Quali sono gli ambiti in cui puoi intervenire?

Credo che non ci sia un ambito in cui lo shiatsu sia sconsigliato partendo dal presupposto che male non fa. Ovviamente bisogna affidarsi a operatori competenti.

Quali sono i benefici che apporta un ciclo di sedute?

Sono molteplici e diversificati: dopotutto stiamo parlando di una tecnica che in Giappone viene considerata medicina a tutti gli effetti. Volendo sintetizzare, il  vantaggio principale è quello di migliorare la qualità della vita delle persone a livello psicofisico, contribuendo a  ridurre ansia e stress attraverso lo scioglimento di varie tensioni muscolari.

Si può definire una tecnica curativa o preventiva?

Possiamo parlare di una valida tecnica riconosciuta come adatta ad essere utilizzata su uno stato doloroso. Con questo intervento si può risolvere lo stato di malessere. In quelle situazioni in cui invece manca lo stato doloroso, lo shiatsu può essere un valido aiuto per mantenere il corpo in uno stato di benessere psicofisico e per renderci più propensi ad affrontare la vita quotidiana. 

Come si riconosce un operatore qualificato?

Un operatore shiatsu qualificato è iscritto al S.I.N.A.P.E. CISL., una sorta di albo ove sono iscritti tutti i professionisti del settore olistico.

Esistono diverse varianti dello shiatsu: in cosa consiste quella che pratichi?

Personalmente ho scelto di studiare e praticare lo shiatsu Namikoshi e il M.I.S.A. che si basano sullo studio dell’anatomia del corpo umano, senza sottovalutare l’aspetto mentale. Lo shiatsu Namikoshi, basato sullo shiatsu Maunaga si fonda sullo studio dei meridiani energetici e di tutto ciò che può provocare un interruzione dello scorrimento del Qi (energia vitale). 

Per concludere, cosa consiglieresti a chi non ha ancora provato?

Uso una frase famosa appunto: “provare per credere”, affidandosi sempre a persone qualificate.  Il mondo olistico e ampio e diversificato, bisogna prestare comunque molta attenzione: la diffidenza scompare con l’informazione. Un consiglio valido sempre resta quello di informarsi ed essere responsabili, avendo sempre a cuore la propria salute.

Dalila Campanile

Giornalista pubblicista e addetta stampa. Laureata in legge, si specializza in Comunicazione. Cura la comunicazione di eventi e aziende made in Puglia con laboutiquedelleparole.it. Innamorata della sua terra, ama raccontarla.

Articoli correlati

Back to top button