fbpx
Medicina

“Tra un anno vedremo se ci sarà necessità di una quarta o una quinta dose”

“Con la terza dose dovremmo arrivare a livelli anticorpali tali da riuscire a coprire anche questa variante”.

Lo ha detto lo scienziato Rino Rappuoli, capo globale ricerca Gsk e coordinatore scientifico di Mad Lab a Toscana Life Sciences, rispetto all’efficacia che possono avere anticorpi monoclonali e vaccini sulla variante Omicron.

Ora “sappiamo che la terza dose è indispensabile per immunità a lunga durata e per coprire le varianti, tra un anno vedremo se ci sarà necessità di una quarta o quinta dose. Dipende da come vaccineremo il resto del mondo. In Africa appena il 6% della popolazione è vaccinata”.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button