Politica

Scalfarotto: “In questi anni la Regione è stata incapace di ascoltare i giovani che hanno voglia di fare. Con me stagione nuova”

“Ritengo siano una fortuna e un patrimonio enorme per tutta la comunità pugliese i ragazzi che dedicano le loro migliori energie alla politica producendo proposte chiare e innovative. D’altronde, ciò che è mancato alla politica pugliese è la capacità di ascolto e, con me, questa sarà la regola fondamentale. Ringrazio dunque i giovani dell’associazione Upward e i giovani ricercatori firmatari del documento “Scià! Dal sogno al segno”. Li ringrazio perché il loro progetto pone questioni, proposte e sogni che seguo e animano la mia azione politica da sempre come la mia storia dimostra. Farsi raccontare, contaminare, spiegare da chi vive certe realtà – magari conoscendo e studiando ambiti specifici – è fondamentale per uscire dalla cieca autoreferenzialità di questi anni.Molto interessanti i temi posti nel manifesto, molti dei quali già presenti nel mio programma. Bioeconomia, fisco promozionale, monitoraggio delle strutture sanitarie, telemedicina; ma anche tutti i temi legati al digitale: dalla cittadinanza digitale all’ecosistema dell’innovazione. Non ultimi, i temi più profondi legati alla vita: la valorizzazione delle diverse abilità, stili di vita sostenibili e sviluppo della creatività.Temi che mi stanno a cuore e che, in tutti questi anni, non sono mai stati affrontati. Si poteva fare tanto e, invece, siamo ancora tremendamente indietro. Per fortuna, domenica e lunedì i pugliesi avranno la possibilità di scegliere il cambiamento reale, sostenendo la nostra proposta politica, l’unica davvero innovativa.
Faccio mio, dunque, questo manifesto ad integrazione del mio programma elettorale e condivido con questi ragazzi l’obiettivo di una Puglia diversa, moderna e migliore.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button