Attualità CapitanataFoggia

Rubano di tutto, anche le crocchette per i cani del Rifugio Enpa di Foggia

Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele
Calici di Puglia
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano

Furto al Rifugio Enpa di Foggia: rubati 13,2 t di pet food e 1500 euro di medicinali

Sono entrati di notte nel Rifugio Enpa di Camporeale a Foggia. Hanno rotto il cancello, divelto la rete, buttato giù una finestra del magazzino e rubato ben 20 bancali di cibo per un totale di 13,2 tonnellate di crocchette.

Il pet food era appena arrivato grazie ad una donazione di un’associazione tedesca che, per il secondo anno consecutivo, aveva scelto di aiutare l’Enpa donando cibo da destinare non ai rifugi ma ai volontari che si prendono cura sul territorio dei cani reimmessi.

Inoltre, i responsabili di questo ignobile furto hanno portato via anche dei medicinali per cani per un valore di 1500 euro.

I malviventi si sono introdotti anche negli uffici e hanno portato via il dvr con le immagini relative al furto. Sicuramente hanno rubato il bancale utilizzando mezzi pesanti.

L’Ente Nazionale Protezione Animali ha presentato denuncia e spera che si arrivi al più presto all’individuazione dei responsabili.

“Rubare il cibo ai cani – afferma l’Enpa – è veramente un atto ignobile. Parliamo di animali che già vengono da situazioni complesse, spesso da abbandoni o maltrattamenti o che vivono liberamente sul territorio dopo un iter sanitario e di controllo. Chi ha agito l’altra notte sapeva cosa avrebbe trovato e questo ci rende ancora più arrabbiati e tristi. Speriamo che le Forze dell’Ordine riescano ad individuare i responsabili e che paghino amaramente per quello che hanno fatto”.

Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele
Calici di Puglia
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati