Eventi

Rotary: Passaggio del Martelletto

Il Presidente Andrea Pacilli ha passato il Collare ed il Martelletto, simboli del Ruolo di Presidente, al suo successore Raffaele Fatone, il Presidente più giovane della storia del Club, nel corso di una cerimonia svoltasi nella sede sociale, il RegioHoteldi Manfredonia, sabato 27 scorso (nel rispetto delle regole “coronavirus”).

Cambia così, come ogni fine giugno,la persona che ispira l’attività del Club per il prossimo anno, e la conduce insieme al Consiglio Direttivo. Non cambia invece l’essenza del Rotary, che nel nostro club come negli altri 35.000 nel mondo, è sempre orientata all’attività di servizio a favore della comunità, intesa nel senso dal più locale e vicino a quello globale planetario. “Servizio” quindi, non ristretto al solo concetto di beneficenza, ma svolto nella dimensione più ampia di “promuovere cambiamenti positivi e durevoli nelle comunità vicine, in quelle lontane e in ognuno di noi”

La riunione dei soci del Club, per questo classico passaggio è sempre l’occasione per ricordare le belle cose realizzate ed i bei momenti trascorso insieme, dei quali ci piace citare, con le parole del presidente uscente Pacilli, i più importanti ed i più significativi:

il convegno:Cambiamento climatico. Analisi e prospettive per un adattamento consapevole, presso l’Hotel Baia delle Zagare a cura del socio Biagio Ciuffreda, con ospiti e relatori di primissimo livello, con la presenza del  Governatore del Distretto Rotary Puglia-Basilicata, e con ricadute anche a livello nazionale.

ilconvegno pubblicoLa mafia in Capitanata. Vecchie e nuove dinamiche, presso l’Auditorium Serricchio con il Procuratore Nazionale Antimafia Eugenia Pontassuglia, e il Procuratore Capo della Repubblica di Foggia, Ludovico Vaccaro.. Un momento di grande maturità sociale e civile al quale ha partecipato tutta la città,finalizzato alla sensibilizzazione al problema dell’infiltramento mafioso nel territorio sipontino e garganico.

l’emozionanteConcerto del violinista Mario di Nonno e del pianista Alberto Nardella, all’Auditorio del Regiohotel Manfredi, il cui ricavato è stato destinato alla operazione internazionale del Rotary “END POLIO NOW”, per eradicare la Poliomielite dal pianeta, giunta ormai alla fase conclusiva ma anche la più impegnativa, poiché riguarda paesi “difficili” come il Pakistan e l’Afghanistan.

gli indimenticabiliincontricon i ragazzi delle prime mediedegli istituti scolastici di Manfredonia,con cinque giornate di  dialogo sulla necessità di uso consapevole della plastica, per contribuire a ridimensionare nel tempo il grave problema mondiale dei rifiuti di plastica.  Incontri indimenticabili perché gli alunni hanno premiato il nostroimpegno con un interesse ed una maturità superiori ad ogni aspettativa. La consegna di una borraccia di acciaio inossidabile,regolarmente marchiata Rotary, a ciascuno di loro in sostituzione delle molte bottigliette in plastica monouso, ha suggellato la conclusione di questa interessante iniziativa.  Essa si inserisce nel progetto internazionale Plastic Free Waters, della “Fellowship“ RotarianaIYFR,al quale, già l’anno scorso, il nostro club è stato uno dei primi ad aderire.

“Le Stele Daunie e l’Unesco. Il progetto continua”: incontro con Maria Luisa Nava. Che continua il “progetto condiviso” di candidare le Stele Daunie, i preziosi ed unici reperti protostorici della Daunia, a patrimonio Unesco. E’ stata una grande giornata, alla quale ha partecipato la popolazione sipontina e tutti i presidenti degli altri Rotary Club aderenti al progetto:

ilTalent Show Contest 2020, presso il Regiohotel di Manfredonia, ultima edizione di una manifestazione-spettacolo organizzata quest’anno a favore degli amici albanesi colpiti dal tremendo terremoto del novembre scorso. Giovani artisti cittadini e non si sono esibiti (e divertiti) in unacompetizione di alta qualità e di grande simpatia.

Con le limitazioni imposte dal Coronavirus, non sono state possibili ulteriori attività “di presenza”, ma il Club Manfredonia non si è fermato. Ha immediatamente contribuito alla raccolta fondi del Distretto Rotary a sostegno della Protezione Civile Nazionale, oltre al sostegno da parte di svariati soci a titolo personale, ed ha partecipato ad alleviare le difficoltà delle famiglie meno abbienti nella nostra comunità con contributi affidati alla Caritas Diocesana.

Nell’occasione il Presidente uscente Andrea Pacilli ha testimoniato l’apprezzamento del Club a tre persone particolarmente distintesi nell’anno appena concluso, con la consegna dell’attestato di benemerenza Rotariano  “Paul HarrysFellow” al socio Biagio Ciuffreda e all’Ing. Paolo Potenza, Direttore della Somacis Spa, nonché dell’Attestato di Rotariano dell’Anno al socio Emilio Balta.

Un’altra cosa che non cambia è appunto il senso di continuità, sia pure nella diverse preferenze ed intenzioni, dato dalle impostazioni di base e dai progetti che non sono, o non possono essere, conclusi in un solo anno sociale.

I principi, programmi, ed obbiettivi presenti nel piano generale del presidente entrante Raffaele Fatone,  ne sono, con attenzione al territorio e pragmatismo, la prova più convincente:

Ambiente e sviluppo del nostro amato territorio, con un preciso e indirizzato sguardo rivolto ad uno degli elementi più importanti e significativi della nostra città: IL MARE.

Il MARE, una risorsa economica, dove comunque sarà indispensabile studiarne preliminarmente le problematiche, suggerirne soluzioni e contestualmente promuovere e realizzare eventi, in un impegno collettivo, che includa magari sia la pubblica amministrazione, gli operatori del settore, così come l’intera comunità di residenti, attraverso temi di fondo come

  la pesca,

  la cantieristica navale,

  la nautica da diporto e la portualità turistica in Capitanata,

  il porto turistico e il porto industriale di Manfredonia,

  itticoltura,

  il museo del mare,

  fino ai problemi ambientali legati all’integrale disinquinamento del Golfo.

Il tutto continuando ad incrementare la nostra azione umanitaria con un sguardo rivolto alle nuove generazioni con il premio Rotary Scuola,  con il nostro contributo al Progetto Polio Plus per permettere a tutti i bambini del mondo di correre e dare un calcio alla polio (slogan che abbiamo coniato qualche anno fa per il nostro torneo di calcetto che quest’anno riproporremo), senza sottrarci a dare il nostro contributo per alleviare il disagio nel nostro territorio con attenzione verso gli anziani e diversamente abili, infine nel segno della continuità tra i due Presidenti continuare a sviluppare la meravigliosa iniziativa “Le Stele Daunie e L’Unesco: il progetto continua”.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button
Close