Riordino approvato, Gatta: “Arroganza”

Purtroppo, con sommo dispiacere, apprendiamo dell’approvazione da parte della Giunta regionale del Piano di Riordino, bocciato anche dalla III Commissione consiliare. Tanto sarebbe bastato, per chi sbandiera metodi democratici e partecipativi, per fermare, pur non essendone obbligato, l’iter e aprire una fase di confronto con i rappresentanti istituzionali della Puglia”. Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.

“Persiste -prosegue- un atteggiamento arrogante nel modo di agire del presidente Emiliano e con amarezza bisogna prenderne atto: il Piano ha ricevuto il disco rosso già da operatori, medici e sindacati. In ultimo, il parere contrario della Commissione Sanità, oggi effettivamente mortificata. Chiudere, declassare o depotenziare comunque alcune strutture, come gli ospedali di base, significa sbattere una porta in faccia ai pazienti-cittadini che hanno bisogno di cure non ambulatoriali, costringendoli a compiere chilometri per le urgenze e per gli altri servizi sanitari. Su questo -conclude Gatta- continueremo a dare battaglia”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*