Storia

Quando Manfredonia mostrava gli occhi dell’orgoglio

Manfredonia – 1939 , gita a Pulsano a piedi… organizzata da Michele Angelillis detto ( l’americano) – quando la comunità era un’anima sola – dell ‘unica zona quella di Monticchio … Paradiso e Purgatorio, allo stesso tempo – anni difficili , ma che si provava a vivere fino in fondo ; anche se pieni di difficoltà…che meraviglia era la storica e sconosciuta Monte Pulsano…noi abbiamo sempre avuto la tradizione della terra dei santi e dell’emigrazione e dell emarginazione – ma un cuore sempre pronto a mostrare gli occhi dell’orgoglio e dell’attaccamento all’origine di una solida città di sangue.


Di Claudio Castriotta 

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button