Attualità CapitanataCronaca Estera

Putin minaccia: “Basta sanzioni o sarà catastrofe umanitaria”. La propaganda russa: “l’inverno sarà lungo e gelido”

Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti

Il presidente russo Putin non molla la presa sull’Europa e continua a minacciare sui rifornimenti energetici. In queste ore un video della propaganda russa ha anticipato l’ulteriore minaccia di Putin: l’inverno sarà lungo e gelido. Così dice uno spot propagandistico realizzato da un giornalista russo di un’emittente vicina al Cremlino. Il video mostra un’Europa grigia, buia e fredda: quella che vorrebbe Putin dopo le sanzioni europee che stanno mettendo in ginocchio l’economia del suo Paese. 

Putin, da Vladivostok, oggi ha dichiarato: “Non consegneremo nulla se è contrario ai nostri interessi, in questo caso economici. Né gas, né petrolio, né carbone. Niente”. E poi: “L’acquisto di cibo da parte dell’Occidente sta provocando un aumento dei prezzi che potrebbe portare a una tragedia per i Paesi più poveri. L’impennata dei prezzi sui mercati globali potrebbe diventare una vera e propria tragedia per la maggior parte dei Paesi più poveri che devono affrontare la carenza di cibo, energia e beni vitali”. 

Per Putin la minaccia europea è stata cruda, ma non demorde. Per il presidente, infatti, nessuno riuscirà a isolare la Russia. “Gli Stati Uniti non si fermano davanti a nulla, ma a nessuno riuscirà l’impresa di isolare la Russia”.

Non si sono fatte attendere, però, le risposte a queste ulteriori minacce di Putin. La presidente della Commissione UE, von der Leyen, ha dichiarato: “La Russia non fa altro che ricattare l’Unione Europea. Ora come ora dobbiamo solo proteggerci, rinforzare la nostra posizione. Sono profondamente convinta che con l’unità e la determinazione prevarremo”. Per la presidente bisogna tagliare tutti i proventi alla Russia che Putin, da marzo, sta usando per finanziare la sua folle guerra contro l’Ucraina. “La Norvegia – ha concluso – fornisce ora più gas all’Ue che la Russia e questo grazie alla nostra politica di diversificazione, che include forniture anche degli Usa, dal Qatar e dall’Algeria”. 

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano

Articoli correlati