Politica Italia

Parcheggi, “Tutto ha inizio dalla relazione sullo scioglimento del comune di Manfredonia per infiltrazioni mafiose”

Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele

TARIFFE PARCHEGGI LEGALITÀ

Tutto ha avuto inizio dalla relazione sullo scioglimento del comune di Manfredonia per infiltrazioni mafiose: La delibera, più volte prorogata, di affidamento di pochi parcheggi a pagamento a dei ragazzi, soci di una cooperativa sociale , era da cancellare perché concausa di malagestio “ bonificare la città” questa ed insieme a tante altre cose doveva essere il loro compito ( almeno l’intenzione ) tant’è che non avendo fatto in tempo a “ bonificare “ hanno chiesto una proroga, prontamente concessa.

Nella visione filosofica dei bonificatori erano i cittadini e la città a dover subire, oltre l’onta morale, tutte le conseguenze pratiche. L’eccellentissima idea portante era bonificare, risanare, non importa le conseguenze. La prima bonifica è stato lo spopolamento dei giovani soprattutto di buona istruzione( futura classe dirigente ). E ancora aumenti indiscriminati su tutte le tasse ed imposte comunali, della tassa sull’ occupazione suolo pubblico, alla tari, nonostante la diminuzione dei cittadini e dei loro consumi. Bonifica Accompagnata da diminuzioni in qualità e quantità dei servizi e quei pochi rimasti a pagamento, anche per una semplicissima pratica, peraltro dovuta.

E cosi che ente comune con le sue tecnostrutture, sono divente entità lontane dalla città e dai suoi bisogni e aspirazioni.

Dulcis in fundo prima di andare via , se non sbaglio il giorno prima, si firmava il contratto capestro con la ditta di Roma, aggiudicataria della gara parcheggi, con delle tariffe assurde per un qualsiasi comune( il parcheggio per i residenti del quartiere nella città di Milano è gratuita ) questo pur di inserire nel bilancio di previsione una cifra spropositata che gli ha consentito di aver risanato I bilanci e bonificato la Città ( almeno sulla carta )

A spese di chi? Dei più deboli!

Il Sindaco Rotice è difronte ad un importante decisione rispettare il contratto, e quindi usufruire di quella cifra che gli permette di spendere un po’ di più, oppure aprire una contestazione con chi ha vinto l’appalto, tutelando ì cittadini.

La contestazione avrebbe solidi fondamenti giuridici, visto anche una recentissima sentenza del tar Lazio favorevole ai consumatori: quindi il comune, o i consumatori, avrebbero Ottime possibilità di vittoria.

Assodato che le tariffe sono esose, soprattutto gli abbonamenti.

Al Sindaco la scelta politica!

Rispettare un contratto fortemente iniquo, oppure essere vicino ai cittadini contestando il contratto anche richiamando in causa i firmatari dello stesso.

A lui la scelta politica, che segnerà profondamente la sua visione politica ed il futuro della sua amministrazione. Si faccia guidare dal cuore e dalla saggezza, che ha già dimostrato di possedere.

GIOVANNI CARATÙ

McF

Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati