P.R.I.M.A. – I – Promuovere Risorse per Inclusione Mediante Approcci Innovativi: un progetto per il contrasto della povertà educativa

Il prossimo 31 maggio alle ore 18.30 presso la Biblioteca Comunale “Luigi Pascale” in Corso Manfredi, 22 verrà presentato il progetto P.R.I.M.A.  I- Promuovere risorse per inclusione mediante approcci innovativi. Si tratta di uno dei 21 progetti risultati idonei alla seconda fase di valutazione all’interno del Bando Prima Infanzia (0-6) promosso dall’impresa sociale “CON I BAMBINI”, interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud, nata lo scorso giugno come soggetto attuatore del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

Il progettopresentato dalla Cooperativa SANTA CHIARA, che rappresenta il soggetto responsabile della partnership a livello nazionale, vedecoinvolto l’Ente comunale, i due Istituti comprensivi “Giordani-De Sanctis” e “Perotto-Orsini”, la scuola dell’infanzia paritaria “Bambi”, le associazioni del Terzo settore, operanti nel Comune di Manfredonia, tra cui la cooperativa Bottega degli Apocrifi, associazione I colori del mondo, associazione Babalaba, ASD stelle della Daunia.  Si tratta di un risultato straordinario, considerando che il Fondo è destinato al sostegno di interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.

Delle 133 idee ammesse 112 riguardano la graduatoria A (progetti regionali) e 21 la graduatoria B (progetti sovraregionali), a cui afferisce il progetto PRIMA I.

Il progetto intende nello specifico migliorare l’accessibilità al servizio di educazione e cura per i bambini tra i 3 e i 6 anni, favorire l’approccio partecipato dei genitori e dei nonni dei bambini, coinvolgere i docenti, le famiglie e tutte le istituzioni scolastiche, attraverso laboratori destinanti ai bambini quali: counselling familiare, musicoterapia, psicomotricità, espressione teatrale. In particolare verrà attivata una vera e propria animazione territoriale e di comunità attraverso il coinvolgimento dei genitori e dei cittadini, con percorsi formativi rivolti ad educatrici, insegnanti, genitori. Interessante ed innovativa la sperimentazione di alcune metodologie destinate sia a docenti che a operatori e genitori, mutuate dal Nord Italia e dai Paesi anglosassoni.

Il progetto in sé non si riduce solo alla rete territoriale del Comune di Manfredonia, ma rappresenta una rete nazionale che vede coinvolti anche i Comuni di Sora, Crotone e Guidonia. Verrà attivata sia durante che al termine del progetto una sistematica comparazione dei dati e risultati ottenuti, anche in un’ottica migliorativa delle politiche pubbliche.

 

 

Si tratta, quindi, di una grande responsabilità e opportunità per il territorio di Manfredonia, che potrà sperimentare un modello di presa in carico dei bambini e del territorio, secondo il concetto chiave tanto caro al bando che è quello della “Comunità educante”.

 

Il progetto è stato elaborato da un team organizzativo altamente specializzato, il quale,vista la sua complessità, illustrerà nei minimi dettagli il“progetto” e il“fondo nazionale per il contrasto della povertà educativa minorile”.

Il team di progettazionee gestione è formato da: FABRIZIO DI STANTE, CLAUDIO CERVONI, VANESSA PALMIGIANI, ANTONELLA PIETRAGALLA E CRESCENZIO ANNABELLA.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*