Attualità Capitanata

Nasce l’Aps Archeoclub Siponto-Monte Sant’Angelo. Per la presidenza, passaggio del testimone tra Aldo Caroleo ed Angela Quitadamo

NASCE L’APS ARCHEOCLUB SIPONTO-MONTE SANT’ANGELO. PER LA PRESIDENZA, PASSAGGIO DEL TESTIMONE TRA ALDO CAROLEO ED ANGELA QUITADAMO

L’Archeoclub di Manfredonia diventa APS e si arricchisce di un nuovo tassello, diventando Archeoclub Siponto-Monte Sant’Angelo. A darne notizia è Aldo Caroleo che, dopo 10 anni di onoratissimo servizio, cede il testimone della presidenza all’artista Angela Quitadamo.

“Quando nel 2020 si profilava all’orizzonte l’obbligo a livello nazionale per le ONLUS di riorganizzarsi in APS (Associazioni di Promozione Sociale), ho pensato fosse arrivato il momento giusto per un rinnovamento e per dare spazio ai giovani”, spiega Caroleo, evidenziando che ormai si avvicina all’ottantina e che gli anni cominciano a pesare. In realtà, e non è un modo di dire, Aldo Caroleo è una forza della natura e il passare degli anni non ha fatto altro che aggiungere intraprendenza e sapienza ad un sipontino doc, seppur calabrese di nascita, che tantissimo ha dato al nostro territorio.

Da quell’ormai lontano agosto 2012, quando nacque l’Archeoclub Siponto, innumerevoli sono state le iniziative portate avanti, mantenendo sempre fede allo scopo dello statuto, ovvero quello di diffondere la cultura in senso ampio, a tutti i livelli, del territorio di Manfredonia in particolare, ma anche della Puglia e del Sud in generale.

L’attività è stata tenacemente concentrata sulla diffusione della conoscenza e fruibilità dei beni storici  del territorio sipontino, obiettivi che si sono concretizzati con l’affidamento all’Archeoclub degli Ipogei Scoppa 1 e Scoppa 2 nell’area della Pineta di Siponto, del Museo Etnografico Sipontino e degli Ipogei di Santa Maria Regina.

“Insostituibile è stata, e spero lo sarà ancora, la collaborazione attiva del Centro di Igiene Mentale Alda Merini  e  Psykè – spiega Caroleo – che ha dato un determinante e fondamentale apporto, sempre gratuito, per  tenere puliti gli Ipogei e anche le tombe sub divo, oltre all’aiuto nell’allestimento di mostre ed eventi vari che abbiamo realizzato in questi anni”.

L’Archeoclub ha collaborato in tantissime occasioni con le scuole, portando avanti l’esperienza pratica della cultura della transumanza, con la produzione in loco di piccole quantità di formaggio secondo le tecniche tradizionali, ma anche affrontando temi legati alla valorizzazione dei prodotti locali come il carrubo, il fico d’india, ecc. Sorprendente è stato negli anni vedere Caroleo di volta in volta trasformarsi in casaro, chimico o cicerone, riuscendo a catturare l’attenzione di piccoli e grandi studenti che in maniera pratica si sono avvicinati alla cultura del proprio territorio.

“Con la parrocchia di Siponto abbiamo organizzato due edizioni della Passione Vivente nella Pineta di Siponto e, per otto anni consecutivi, rappresentazioni del Presepe Vivente all’interno degli Ipogei Paleocristiani di Santa Maria Regina di Siponto”, evidenzia Aldo, illustrando manifestazioni che hanno riscosso in città un enorme successo e che ci auguriamo possano tornare a ripetersi nei prossimi anni.

Da sabato 2 aprile nuova presidente della neonata APS Archeoclub Siponto-Monte Sant’Angelo è Angela Quitadamo, vera e propria eccellenza del nostro territorio, conosciuta in Italia e all’estero come l’artista delle ceramiche daunie. Commovente ed emozionante il passaggio di consegne tra Aldo ed Angela, avvenuto alla presenza dei soci storici dell’Archeoclub, presso la sede del Museo Etnografico Melillo a Siponto.

“Anche se da semplice tesserato, continuerò a dare il mio supporto – ha promesso Caroleo –  E manterrò l’impegno, a livello personale, di tenere fruibili  gli Ipogei di Santa Maria Regina  e di mettermi sempre a disposizione gratuitamente delle scuole o di chiunque volesse ancora fruire dei miei contributi”.

E tra i progetti futuri del nuovo Archeoclub, il Progetto Pineta, che racchiude l’idea di trasformare l’area della pineta di Siponto e i luoghi archeologici ad essa adiacenti in Parco Verde Archeologico Protetto, con ingressi controllati.

Nel direttivo del nuovo Archeoclub, anche Michele Lauriola in qualità di vice presidente e già stimato e apprezzatissimo presidente dell’ex Archeoclub ONLUS di Monte Sant’Angelo, Pasquale Gentile di Mattinata come tesoriere, Francesco Brunetti con le funzioni di segretario e, per i rapporti con la stampa, Maria Teresa Valente. Da evidenziare la collaborazione con Raffaele e Giuseppe Frattarolo di Daunia Tur, partner, soci e organizzatori di eventi  insieme ad ArcheoClub. Proprio presso la sede di Daunia Tur, in via San Lorenzo 112, sarà allocato il quartier generale della neonata APS.

“Prometto di mettercela tutta e d’impegnarmi al massimo, portando avanti il prezioso lavoro fatto da Aldo in questi anni”, ha commentato con voce vibrante Angela Quitadamo. E siamo sicuri che Angela manterrà la promessa e le avventure dell’Archeoclub continueranno in maniera entusiasmante, regalando ancora tante emozioni al nostro territorio.

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati