fbpx
Attualità

Luigi e il suo ultimo sorriso felice

Manfredonia. IN ricordo del giorno dedicato alla “Madonna di Siponto” voglio dedicare e ricordare un suo figlio unico e speciale, a pochi anni dalla sua morte. Solo Luigi, per tutti era caro e laborioso. Una persona dolce e buona di cuore, genuina.

Mi è venuto in mente, perché oggi ricorre la Processione Santa,  della Madonna di Pompei e del Beato Bartolo Longo.

Beh lui,Luigi – era sempre avanti alla Processione Santa, anche quella del Carmine … con una tunica bianca e in mano un grande ostensorio in argento. Era il simbolo per eccellenza, della nostra anima della città. Con la sua generosità disarmava chiunque, anche se nella sua vita, ha avuto una storia difficile,non dimenticherò mai il suo ultimo sorriso e l’ultima volta che lo vidi al cimitero mentre puliva, di domenica la tomba di San Francesco, dove lui ha preso il volo del buon serafico.


Di Claudio Castriotta

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button