fbpx
Viaggi

La grotta del tempo perduto di Peschici con ‘Un reporter in valigia’

Per la prima volta ‘Un reporter in valigia’ va alla scoperta del borgo marino di Peschici, percorrendo i suoi vicoli bianchi e le scalette ripide. La web-serie di viaggi torna con un nuovo episodio sul Gargano attraverso il racconto in prima persona del suo autore, il vide-giornalista Mirco Paganelli, che con la telecamera gira il Paese alla scoperta dei tesori più nascosti, a caccia di storie. “Questa visita è stata inedita pure per me, perché nella precedente stagione sul Gargano non avevo fatto tappa a Peschici. Ammetto che sia complicato raggiungerla, in particolare con i mezzi pubblici come ho fatto io – rivela il viaggiatore -, però una volta salito sulla rupe su cui sorge il borgo, sono stato abbagliato dalla luce candida del suo abitato”.

Fulcro del racconto di Peschici è un’antica abitazione del ‘500 scavata nella roccia che il reporter ha ribattezzato la ‘grotta del tempo perduto’. Nel locale in cui è stato allestito anche un presepe, la signora Italia Vecera ha collezionato gli oggetti del passato che vanno a comporre un vasto catalogo sulla quotidianità peschitana. “Mi sono sentito intrappolato in una supernova di ricordi”, racconta Paganelli che ha passato del tempo nella frescura della grotta-museo a intervistare la sua custode.

È possibile vedere il nuovo episodio ai seguenti link: YouTubeFacebook e Instagram

Presentazione ‘Un reporter in valigia’- VIDEO

Come guardare gli episodi? Ogni sabato pomeriggio ne viene caricato uno nuovo.Basta visitare il profilo Instagram @unreporterinvaligia o la pagina Facebook ‘Un reporter in valigia’. Mentre sul canale YouTube è possibile trovare altre stagioni della web-serie dedicate all’estero, già trasmesse in tv su Teleromagna e TR24.

Cos’è ‘Un reporter in valigia’? La web-serie a metà tra il documentario e il blog di viaggio, è il frutto del racconto in prima persona del video-reporter Mirco Paganelli che, mentre viaggia, dialoga con lo spettatore unendo approfondimenti storico-culturali a impressioni sul posto e interviste agli abitanti. Ogni video è girato e montato da lui stesso. “Il mio progetto è un documentario che usa un linguaggio facilmente fruibile dal pubblico dei social-network, ma che non perde di vista la qualità e l’accuratezza dei contenuti”, spiega Paganelli.

‘Un reporter in valigia’
YouTube
Instagram
Facebook

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button