Attualità

Il sindaco di Vieste sospende il mercato, l’ira degli ambulanti

Una doccia fredda caduta sulle teste caldissime degli Ambulanti; un provvedimento assunto con carattere d’urgenza in data 24 ottobre 2020, a sole poche ore dalla data prestabilita per lo svolgimento programmato del mercato quindicinale di lunedì 26 ottobre nel comune di Vieste, che viene soppresso “a causa dell’evolversi della situazione epidemiologica nel territorio comunale che ha visto un incremento dei casi di positività da Corona virus – COVID-19”, si legge nell’ordinanza del sindaco Giuseppe Nobiletti,

Immediata la reazione dell’Associazione di Rappresentanza del Settore CasAmbulanti che ha raccolto il dissenso degli Ambulanti concessionari di posteggio nel mercato di Vieste dichiarando: “il D.P.C.M. del Governo non lo prevede. Un precedente gravissimo con danni enormi per la Categoria che nessuno risarcirà”.

Il Coordinatore nazionale Savino Montaruli ha aggiunto: “chiederò al Premier Giuseppe Conte una norma chiara che obblighi i Sindaci a ristorare direttamente e a proprie spese gli Ambulanti che subiscono queste forzature palesemente discriminatorie, in violazione delle linee guida della Regione Puglia attuando decisioni drastiche non previste dai provvedimenti del Governo”.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button