Storia

Il luogo magico delle papere di Matteo Marzoll

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Calici di Puglia
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele

Manfredonia – Si chiamava Matteo Di Candia,  all’anagrafe – ma per tutti Mattojiu Marzoll, lui, faceva il pescatore, famiglia numerosa . A lui, dobbiamo il merito che un bel giorno ,gli venne la brillante idea di mettere in quella conca marina di quel particolare villaggio – le papere , tante papere , pensate per la prima volta nell’acqua marina – sul mare. Mai successo fino agli anni ’90 nella Penisola,fu il primo esperimento, un caso unico , Marzoll , lo fece in modo incosciente  , ma poi incredibilmente quella storia fece il giro dei quotidiani. Vennero vari scienziati, in materia per spiegarsi – come era possibile un tale caso così impressionante , addirittura  , loro scientificamente, parlavano dell’ impossibile,che le papere potessero vivere,tranquillamente,sulle acque del mare di quella conca … l’argomento venne studiato da scienziati europei ,del WWF per l’ambiente. Non riuscivano a spiegarsi come mai delle Papere vivevano lì il loro habitat naturale, a loro agio per tanti anni, sulle acque marine. Così alla fine decisero di proteggerle e studiare il fenomeno mai accaduto…ma poi un giorno di un’alba grigiastra a Marzoll, gli rubarono quasi tutte le papere – e nel villaggio ci fu molta tristezza…e i pianti di tanti bambini che venivano a giocare con loro…poi piano piano – gli fecero sparire addirittura tutte le papere  , così cadde un lutto,  in un attimo ,in quella conca che per anni portò il sogno dell’anima – di quella storia poi non si seppe più nulla.

di Claudio Castriotta

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Calici di Puglia

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati