Attualità Capitanata

Il covid corre veloce. Pregliasco: “A fine luglio il picco”. Vaia: “Omicron buca i vaccini”

Domenico La Marca
Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Maria Teresa Valente
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Il covid-19 in Italia fa sempre più paura. Il bollettino di oggi segnala un tasso di positività salito al 27.9% con 36.282 nuovi casi e 59 morti. Ieri, invece, i casi erano stati 71.947 casi di positività e 57 vittime. Francesco Vaia, direttore generale dello Spallanzani, questa mattina ha analizzato i problemi di quest’estate anomala nel rapporto con il virus. Secondo il direttore, infatti, la maggiore contagiosità della nuova variante di Omicron è data dal fatto che è come “se fosse un nuovo virus che buca i vaccini che non sono aggiornati. Resta il fatto che è uno strumento fondamentale per proteggere dalle formi gravi della malattia”. 

Ad ora il tasso di positività sale, ma non c’è un grave allarme per le terapie intensive. Ma il dato potrebbe cambiare se i positivi triplicassero. “Allo Spallanzani non vediamo più polmoniti interstiziali così come non vediamo più giovani in reparto. I ricoverati sono per la maggior parte over 70 con comorbidità. Molti dei quali non avrebbero neanche bisogno di stare in ospedale”. 

Vaia dice che sbaglia chi chiede un nuovo lockdown, ma Fabrizio Pregliasco ha dichiarato che il picco arriverà entro la fine del mese. “Siamo in una fase di crescita esponenziale. Osservando quello che è accaduto in Portogallo dovremmo raggiungere il picco entro la fine di luglio e poi vedere un calo dei contagi. Siamo in una fase di transizione tra quello che è stato l’andamento pandemico vero e proprio di questo nuovo virus e quella che è e sarà una fase endemica. Attenzione, però: gli andamenti endemici non devono essere considerati la fine del problema, tantomeno il sintomo di bassi numeri di infezioni. Assisteremo a delle ondulazioni, con fasi di crescita e decrescita dei contagi”.

Tutti, però, condividono l’idea di abbassare la soglia d’età per sottoporsi alla quarta dose di vaccino. Questo per anticipare il virus e non rincorrerlo. Considerando la quantità di positivi attuali, gli specialisti consigliano di anticipare per l’autunno alcune buone pratiche: ventilazione meccanica, a partire dalla scuola e dai mezzi pubblici. Questo per non riattivare un circolo di positività subito dopo le vacanze e l’inizio della scuola e delle attività invernali. 

Casa di Cura San Michele
Maria Teresa Valente
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Domenico La Marca
Centro Commerciale Gargano

Articoli correlati