Politica Italia

Giletti smentisce la perquisizione. “Non ho pagato di nascosto Baiardo”

Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele

Massimo Giletti non andrà più in onda su La7 con il suo “Non è l’Arena”. La decisione è stata presa oggi pomeriggio dall’editore del settimo canale Urbano Cairo. Subito dopo l’uscita della notizia in molti hanno commentato la strana (e brusca) interruzione del rapporto fra il conduttore e l’emittente a poco più di un mese dalla chiusura stagionale della trasmissione. La giornalista Selvaggia Lucarelli, su Twitter, ha lanciato una bomba. “Nelle redazioni si rincorre da un’ora la notizia che ci sarebbero le forze dell’ordine in casa di Giletti, nonché in alcuni uffici amministrativi”.

Dopo pochi minuti, Lucarelli ha aggiunto: “Secondo indiscrezioni il rapporto tra Urbano Cairo e Massimo Giletti, un tempo idilliaco, negli ultimi tempi era diventato molto teso, anche per la notizia delle trattative tra Giletti e la Rai. La notizia della perquisizione di stamattina avrebbe dunque convinto Cairo ad agire d’anticipo e chiudere il programma”. 

Ma di quale perquisizione parla la Lucarelli? A svelarlo è il sito Dagospia, diretto da Roberto D’Agostino. Il magazine ha tuonato: “Come mai Urbano Cairo, che non ha mai cacciato nessun giornalista, ha preso la decisione di mettere alla porta Massimo Giletti? Mafia ci cova! Pare che sia intervenuta la Dia (direzione investigativa antimafia) a proposito delle svariate rivelazioni su Matteo Messina Denaro concesse a “Non è l’Arena” da Salvatore Baiardo, uomo di fiducia di Graviano”. Il sito, poi, aveva aggiunto un aggiornamento: “Sembra che la DIA abbia beccato Giletti dare 30mila euro a Baiardo”.

La risposta di Giletti non si è fatta attendere. “Tutto si chiarirà al momento giusto. Ognuno ha la sua versione. Penso solo ai miei, ai 35 che lavorano con me e si ritrovano ora sbattuti fuori dopo 6 anni. Smentisco le fantasie che sono state divulgate ad orologeria in queste ore che raccontano di presunte perquisizioni avvenute in casa mia o negli uffici della società che produce Non è l’Arena. Nessuno ne‘ oggi, ne’ nelle settimane passate si è presentato per notificarmi atti giudiziari. È inoltre falso che io abbia pagato personalmente e di nascosto il sig. Salvatore Baiardo che è stato compensato per le proprie apparizioni nel programma e nello speciale di novembre interamente costruito sulla sua intervista, come un qualsiasi ospite, in maniera trasparente e tracciabile”. 

Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti

Articoli correlati