Politica

L’ex sindaco Metta attacca magistrati di Foggia e l’Anm di Bari chiede interventi dell’autorità competente

La Giunta distrettuale dell’Associazione Nazionale Magistrati di Bari, ha chiesto interventi alle autorità competenti nei confronti dell’avvocato Franco Metta, ex sindaco di Cerignola, Comune del foggiano sciolto per mafia. In una nota la giunta dell’associazione magistrati ha evidenziato che, in una trasmissione sociale il 20 settembre scorso Metta “servendosi anche di espressioni di contorno di inaudita confidenza ed intollerabile dileggio, ha mosso inaccettabili ed infamanti accuse nei riguardi dei pubblici ministeri del Tribunale di Foggia, Enrico Infante e Marco Gambardella, sostenendo che sia in corso un loro uso distorto delle indagini per ottenere visibilità mediatica e condizionare l’azione politica”. Inoltre la sezione dell’Anm spiega ancora che il “luogo del confronto tra accusa e difesa è certamente solo quello, civile, regolamentato e rispettoso dei ruoli di ciascuno, del procedimento penale e non già una improvvisata ribalta pubblica impiegata per la divulgazione di informazioni non rispondenti al vero, oltre che in alcun modo rettificabili dai destinatari delle accuse sorprendenti e delle frasi insolenti” aggiunge che “gli addebiti, gratuitamente formulati ed infatti privi di qualsiasi fondamento anche con riguardo alla durata delle indagini ed alla loro genesi, non devono offuscare, nemmeno in minima parte, l’alto profilo umano e professionale dei due colleghi ingiustamente attaccati” chiede che le autorità competenti “intervengano immediatamente per impedire la reiterazione di simili comportamenti, ancor più gravi in quanto provenienti da un avvocato penalista di lunga esperienza, e che siano adottate tutte le iniziative, anche disciplinari, trattandosi di condotte ricorrentemente evocanti il proprio impegno lavorativo ma evidentemente del tutto disallineate rispetto alle puntuali prescrizioni dettate dal codice deontologico forense, che attengono anche agli aspetti della vita privata in grado di ledere l’immagine professionale”.

Teleblu

Libera Maria Ciociola

Da sempre appassionata di arte, cultura e scrittura oltreché giornalista pubblicista con esperienza decennale nell'ambito giornalistico e della comunicazione (tradizionale e social)

Articoli correlati

Back to top button