fbpx
Eventi

Evento commemorativo al Museo dei Pompieri

Nella garden area del Museo Storico dei Pompieri e della Croce Rossa Italiana di Manfredonia si è tenuta la quarta edizione diMuseo in Musica – Tra storia e cultura – Quel cielo così blu – Omaggio agli Angeli del Fuoco e al ruolo degli italiani all’estero.A garantire la continuità degli eventi iniziati nel 2018 ci ha pensato il MAIE – Movimento Associativo degli italiani all’estero e l’Associazione Agiamo che insieme ad Euroambiente, Saem Impianti, Spagnuolo Ecologia, Elettroservice, Megad, Deco’, Laser, Euroestintori e Feliciano Ciociola che hanno fornito un prezioso contributo necessario a dare continuità agli eventi diventati ormai un appuntamento irrinunciabile del museo e rendere omaggio alle vittime del vile attacco alle Torri Gemelle.

Dopo la toccante commemorazione ai caduti dell’11 settembre con la posa di una corona di alloro da parte di due aspiranti vigilesse.

A garantire il servizio d’ore l’associazione Nazionale dei Carabinieri di Manfredonia gentilmente messa a disposizione dal suo Presidente dott. Michele Trotta. La serata è proseguita con il concerto: “Se stasera sono qui”, mattatore della serata musicale è stato lo showman cantante artista Graziano Galatone & Melos Orchestra diretta dal noto Maestro Francesco Finizio.

Ha presentato con la consueta sicurezza e professionalità per il quarto anno consecutivo l’attore Luciano Guerra.All’evento sono intervenuti l’On. Antonio Tasso deputato della Repubblica Italiana e l’ing. Giulia Fresca Project Manager e Giornalista.

Il dott. Michele Guerra titolare del museo e gli organizzatori tutti a cominciare dalla dott.ssa Simona Dado, Marco Russo e Piero Rignanese, sono rimasti molto soddisfatti per la presenza di un pubblico numeroso che ha gradito lo spettacolo intonando canzoni e ballando sul piazzale esterno del museo per tutta la schioppettante serata.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button