AttualitàEventiPolitica

Dopodomani la manifestazione pro “Gino Lisa”

Il 6 novembre scorso sono scaduti i 20 giorni per poter rispondere all’Europa. Come diffuso anche dalla stampa locale la Regione Puglia continua invece a prendere tempo sulle necessarie risposte. In particolare continua a sostenere la necessità di un cofinanziamento da parte di privati del territorio. Noi del “Comitato Vola Gino Lisa” abbiamo più volte affermato, con norme alla mano ( e non con “giurisprudenza fantasma” ), che l’unico soggetto che possa cofinanziare tale quota è e resta Aeroporti di Puglia Spa, impresa di diritto privato a partecipazione pubblica ( più precisamente partecipata dalla Regione Puglia) esercente una attività economica. Abbiamo tentato un dialogo costruttivo con la Regione Puglia, scrivendo al Presidente Emiliano e poi anche all’Assessore al Bilancio Piemontese, confidando nella sua appartenenza anagrafica e politica al territorio di Capitanata. Abbiamo persino messo a disposizione della Regione una consulenza tecnica a firma di “Mondo Gino Lisa” ( in part. Angelo Stilla) al fine di offrire utili spunti di riflessione su certe valutazioni errate ed emerse nuovamente nell’ultima comunicazione della Commissione Ue. Tutto questo non è bastato per far cambiare idea alla Regione Puglia. Tutto questo ha messo invece in evidenza una continuità politica che parte da Fitto, passando per Vendola, fino ad arrivare ai giorni “nuovi” di Emiliano. Una continuità atta a non far decollare lo scalo di Capitanata.

Lo dimostrano le ultime ore in cui ancora non si risponde decisamente all’Europa, vaneggiando tempi di attesa per l’individuazione di un fantomatico investitore privato, ancora da individuare attraverso un bando, la cui storia appare alquanto poco chiara, stante proprio le dichiarazioni ufficiali della Commissione nell’aver appreso dalla stessa autorità italiana che il bando sarebbe andato deserto ( video conferenza del 22 giugno 2015 – “sebbene nessun investitore avesse ancora risposto al bando” così indicato in comunicazione a firma della Commissione Ue del 29.07.2015 COMP/F2/RD/SG/tt-D*2015/072236) . Appare inevitabile a questo punto ricorrere ad una manifestazione popolare che coinvolga l’intero territorio. Come Comitato Vola Gino Lisa invitiamo ufficialmente tutte le associazioni del territorio, tutte le organizzazioni sindacali e tutti i cittadini, in particolar modo tutti gli studenti, a partecipare al CORTEO AUTORIZZATO che si terrà il giorno 19 novembre 2015, con partenza alle ore 10:00 da Piazza Italia. In merito è stata convocata per sabato prossimo una assemblea generale aperta a tutti ( in particolare agli studenti ) presso la sede legale del Comitato in Via Tressanti 13, sempre alle ore 10:00. Ulteriori dettagli verranno resi successivamente. A distanza di quattro anni dalla chiusura sostanziale del Gino Lisa, Foggia e la sua magnifica Provincia è chiamata nuovamente in difesa delle ragioni del proprio aeroporto. Unica parola d’ordine “Aeroporti di Puglia Spa deve onorare gli impegni convenzionali sottoscritti con Enac e cofinanziare il progetto di allungamento”.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button