Storia

“Dopo l’ultima estate: il cinema San Lorenzo, l’ultima arena che chiuse nel 1990”

FU l’ultima piccola Arena all’aperto di Manfredonia, abbandonata negli anni ’90, quando ero già in Toscana. Il cinema che portava il nome di San Lorenzo da tempo versava in uno stato di degrado. In abbandono totale.Il suo cancello era in legno, color verdino smacchiato dal sole, scorticata dall’aria la sua vernice. Il cinema si trovava in via Montagna, dove oggi sono nate nuove palazzine per abitazioni. Ricordo ancora le proprietarie di quel cinema: due prosperose sorelle, insegnanti di scuole elementari, che giravano in città con la loro cinquecento rossa.

Il particolare di quel posto erano i ciottoli di mare – dette i prote – lungo la sala, che davano una forma di atmosfera marina al locale. C’erano poi gli alberi che superavano le mura della struttura, chiusa in un vicolo con tre archi, proprio come le vecchie e bianche case messicane. Spesso quegli alberi ‘cacciavano’ i frutti.

Ecco cosa ci ha lasciato la storia: la fine di tutto, ma la storia insegna anche che non bisogna dimenticare. Resta una parte di un’anima che muore e si stacca dal polmone del paese, il nostro che ha tanto da preservare al passato e poco nulla al futuro.

Articolo di Claudio Castriotta

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button