AttualitàEventi

Da Sodoma a Gomorra, passando attraverso il Carnevale – Parte 2

Già dal Settecento i festeggiamenti del Carnevale a Manfredonia cominciavano a partire dal 17 gennaio, giorno di S. Antonio Abate, al grido di “Sand’Andùnje mášquere e sune” (Sant’Antonio Maschere e Suoni).

Per ogni giovedì di Carnevale fino agli anni ottanta si attrezzavano in sale da ballo o in garage o in semplici case, spostando tavoli e sedie, le “socie”, che erano vere e proprie balere. L’usanza voleva che i vari gruppi di amici giravano da una socia all’altra: un paio di balli e poi via.

Il mensile dell’Archidiocesi sipontina “Vita Cattolica”, nel 1938 esprimeva così la preoccupazione delle guardie ecclesiastiche su questa usanza: “Giovanetti rabbiosi, ragazze frenetiche che non sanno rinunciare al turpe divertimento del ballo. Passioni roventi si sviluppano e ardono, affetti pravi che iniziano; mode turpi, nudismo, che si usano; abbracciamenti disonesti che si fanno; peccati che si consumano nel bollore della danza e negli agitati ritrovi notturni; tresche che si svolgono; onore che spesso si perde; malizie che s’imparano”.

E di scandalo in scandalo, arriviamo nell’era contemporanea. È solo dopo la seconda guerra mondiale che diventò sempre più impellente nel popolo sipontino il desiderio di coordinare e disciplinare l’organizzazione di una manifestazione già allora ritenuta tra le più antiche, importanti ed interessanti della città. A tale scopo nel 1955 venne costituito per la prima volta un gruppo di lavoro, denominato “Comitato per il Carnevale Sipontino”. E, sempre nel 1955, con delibera di Consiglio Comunale del 22 febbraio, il Comune ufficializzò l’importanza della manifestazione decidendo di elargire per la prima volta un contributo (di 100mila lire) per supportare un considerevole “sussidio per I’incremento turistico cittadino”.

Il Corso Mascherato, com’era chiamata inizialmente la gran parata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, richiamava migliaia di persone dai paesi limitrofi, tanto che nel 1957 la denominazione del carnevale e del comitato deputato ad organizzarlo passò da sipontino a Dauno. Alla fine degli anni cinquanta, infatti, diversi eventi erano organizzati oltre che a Manfredonia anche a Foggia, a sottolineare che la manifestazione per la sua importanza non era circoscritta alle rive del Golfo, ma all’intera Capitanata.

Il Carnevale di Manfredonia è arrivato fino ai nostri giorni richiamando ogni anno, con la spettacolare Grande parata dei monumentali carri allegorici in cartapesta, dei Gruppi mascherati e della Sfilata delle Meraviglie, più di centomila visitatori, oltre all’intera cittadinanza, lungo i due chilometri di percorso.

La manifestazione si è consolidata nei secoli diventando un immenso laboratorio sartoriale e coreografico, una grande palestra di socialità e di stupefacente attività manipolativa, ed una fucina di talentuose maestranze che riescono, con l’uso sapiente dei materiali tradizionali e delle tecniche più innovative, a rappresentare i temi più dibattuti della politica e dell’attualità proponendole in chiave satirica ed irriverente.

Il Carnevale di Manfredonia è storia, cultura, tradizione che si perde nella notte dei tempi. Ma è anche molto altro ancora. Una festa da scoprire e da vivere… a Manfredonia.

Maria Teresa Valente, rivista ufficiale del Carnevale di Manfredonia 2019

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

16 commenti

  1. I just want to mention I am just beginner to blogs and really liked this blog. Almost certainly I’m likely to bookmark your blog . You surely have terrific articles. Thanks for sharing your website page.

  2. I am just commenting to let you know of the perfect experience my wife’s princess encountered studying your web site. She picked up numerous details, most notably what it’s like to have an ideal helping character to have many more very easily gain knowledge of selected advanced subject matter. You undoubtedly exceeded our own expectations. Thanks for offering such effective, healthy, explanatory and in addition fun thoughts on this topic to Gloria.

  3. I was really happy to locate this web-site. I intended to many thanks for your time for this fantastic read!! I certainly enjoying every little bit of it as well as I have you bookmarked to check out brand-new things you blog post.

  4. First off I would like to say fantastic blog! I had a quick question which I’d like to ask if you do not mind. I was interested to find out how you center yourself and clear your mind prior to writing. I’ve had a difficult time clearing my thoughts in getting my ideas out there. I do enjoy writing but it just seems like the first 10 to 15 minutes are usually lost simply just trying to figure out how to begin. Any suggestions or hints? Thank you!

  5. Woah this is just an insane amount of information, must of taken ages to compile so thank you so much for just sharing it with all of us. If your ever in any need of related info, perhaps a bit of coaching, seduction techniques or just general tips, just check out my own site!

  6. Greetings from Idaho! I’m bored to tears at work so I decided to check out your website on my iphone during lunch break. I love the knowledge you provide here and can’t wait to take a look when I get home. I’m amazed at how fast your blog loaded on my phone .. I’m not even using WIFI, just 3G .. Anyways, wonderful blog!|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close