fbpx
Cronaca

Chiedono firma per il contatore, ma è il contratto con un nuovo gestore

Sono giunte diverse segnalazioni relative a giovani con la pettorina che si presentano a casa di ignari manfredoniani a nome di una nota compagnia elettrica  ‘estorcendo’ una firma che dicono essere stata richiesta dalla compagnia, ma che di fatto porta a cambiare gestore.

Pare che nel porta a porta riescano ad ottenere la fiducia in particolar modo degli anziani o comunque di persone in buona fede. Ovviamente, l’inganno (come sta accadendo da diversi mesi anche in altre città) viene fuori solo quando arrivano le nuove bollette ed ormai è troppo tardi per tornare indietro senza incorrere in penali.

Nel modus operandi segnalato su Manfredonia, vi sarebbe la richiesta di aggiornamento del numero per il contatore e, per fare ciò, tali ragazzi chiederebbero l’ultima bolletta con dei dati con cui compilano un modulo che fanno firmare.

Le forze dell’ordine sono state informate di questo che pare profilarsi come una vera e propria truffa a danno di ignari clienti. Per difendersi è importante ricordare che gli operai che sostituiscono o controllano i contatori non chiedono di visionare la bolletta né di firmare moduli.

Pertanto, invitiamo i cittadini a porre la massima attenzione.

di Maria Teresa Valente

Maria Teresa Valente

Giornalista pubblicista dal 2000 ed impiegata, esercita anche l’attività di mamma full time di due splendidi e vivacissimi bambini: Vanessa e Domenico. È nata e cresciuta a Manfredonia (FG), sulle rive dell’omonimo Golfo, nelle cui acque intinge quotidianamente la sua penna ed i suoi pensieri. Collabora con diverse testate ed ha diretto vari giornali di Capitanata, tra cui, per 10 anni, Manfredonia.net, il primo quotidiano on line del nord della Puglia. Laureata in Lettere Moderne con una tesi sull’immigrazione, ha conseguito un master in Comunicazione Politica ed è appassionata di storia. Per nove anni è stata responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Manfredonia. Ancora indecisa se un giorno vorrebbe rinascere nei panni di Oriana Fallaci o in quelli di Monica Bellucci, nel frattempo indossa con piacere i suoi comodissimi jeans, sorseggiando caffè nero bollente davanti alla tastiera, mentre scrive accompagnata dalla favolosa musica degli anni ‘70 e ‘80.

Articoli correlati

Back to top button