Caso Ospedali in Puglia a Le Iene. I pareri di Campo (Pd) e del centrodestra

Ospedali, Campo: “Lo smemorato Zullo prova a cavalcare ‘Le Iene’ per difendere il suo leader politico Fitto”

Dichiarazione del presidente del gruppo regionale del Partito Democratico, Paolo Campo:

“Lo smemorato Zullo ci ha provato a cavalcare ‘Le Iene’ e a sostenere in Consiglio regionale che le chiusure degli ospedali di Toritto, Rutigliano, Putignano, Terlizzi, Triggiano e Gioia del Colle non erano previste dal ‘piano Fitto’.

Invece, proprio negli ultimi mesi del mandato del ‘suo leader politico’ furono fisicamente sbarrate le porte di alcuni tra questi complessi ospedalieri.

È per merito dei governi regionali Vendola ed Emiliano che si sono evitate le chiusure di Terlizzi, Putignano e Triggiano. Nello specifico, l’attuale Giunta ha convertito la struttura di Triggiano, avviato la conversione di quella di Terlizzi e rafforzato l’ospedale di Putignano. Gli atti sono chiari e gli ospedali citati nella trasmissione televisiva ‘Le Iene’ sono esclusivamente quelli chiusi da Fitto”.

L’Ufficio Stampa

Gruppo Pd Consiglio Puglia

Nota dei consiglieri regionali di Forza Italia Nino Marmo, Giandiego Gatta, Domenico Damascelli e Francesca Franzoso.

Ieri a “Le Iene” è andata in onda la “tragedia pugliese”, purtroppo completamente vera, della sanità di Michele Emiliano: tutta l’Italia adesso sa cosa denunciamo da tempo come Gruppo consiliare, ovvero una Regione turbata da una scellerata gestione dei soldi pubblici, servizi sanitari prossimi alla desertificazione e incarichi dirigenziali affidati senza concorso. Una pagina che fa annichilire e che dura da oltre 14 anni, tra Vendola e l’attuale presidente. Decine di milioni di euro buttati dalla finestra per riqualificare strutture e reparti che poi sono stati chiusi o che sono prossimi alla chiusura. Fa rabbia e noi abbiamo fatto numerosissime battaglie su questo, perché la promessa della riconversione in medicina del territorio è naufragata drammaticamente. Il tutto mente i nostri cittadini sono tormentati dalle tasse, dai ticket, costretti a faticosi (e costosi) viaggi della speranza per curarsi, e infilati in interminabili liste d’attesa per le prestazioni. Non si tratta di una “brutta figura”, non è derubricabile in questi termini. Si tratta di una vergogna irrorata dall’inazione della Giunta Emiliano e dalla sua incapacità di governare la Puglia. Abbiamo visto Emiliano “intimidire” il giornalista, che stava facendo il suo dovere, quando dovrebbe solo e soltanto scusarsi con i pugliesi per non essere stato in grado di offrire una politica sana e produttiva nell’interesse di tutti (e non di pochi amici). Ci auguriamo che i cittadini sappiano fare la scelta giusta, nell’urna, con uno scatto d’orgoglio: bisogna mandare a casa il centrosinistra che sta smantellando la nostra Regione”.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*