Aeronautica Militare, addestramento alla sopravvivenza in mare: esercitazioni a Siponto

Oggi mercoledì 21 agosto 2019si è conclusa l’esercitazione di sopravvivenza in mare, denominata “Medusa”

L’attività addestrativaprevedeva la simulazione di un incidente aereo in ambiente marino con attivazione immediata dei soccorsi, in quanto i velivoli del 32° Stormo operano quotidianamente, sia per addestramento che per operazioni reali anche in zone marittime. La giornata è iniziata alle ore 08.00 con un briefing introduttivo a tutto il personale navigante interessato, per poi proseguire verso le ore 10.30 con l’inizio della fase pratica.

In particolare, il focus dell’esercitazione si è tenuto sulle specifiche tecniche di sopravvivenza in mare da adottare in caso di abbandono del velivolo. In tale ambito, anche il personale dell’84° Centro Combat Search And Rescue (C/SAR) di Gioia del Colle (BA), intervenuto con un elicottero HH-139A, ha avuto la possibilità di consolidare il proprio livello addestrativo, provvedendo al recupero del personale tramite l’utilizzo del verricello, applicando le particolari procedure che si effettuano in operazioni reali di pubblica utilità, quali ad esempio la ricerca, il soccorso e il salvataggio di persone in situazioni di particolare pericolo o difficoltà, intervenendo con rapidità, efficacia e sicurezza.

Allo scopo di garantire l’incolumità dei numerosi bagnanti che dal litorale garganico hanno assistito con coinvolgimento e curiosità, l’esercitazione si è svolta in piena sicurezza grazie anche all’intervento della motovedetta della Capitaneria di Porto di Manfredonia (FG), che ha pattugliato tutto lo specchio d’acqua interessato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*