Cronaca

Accoltella i vicini per problemi con la spazzatura, arrestato un 22enne di Margherita di Savoia

I Carabinieri della Stazione di Margherita di Savoia hanno arrestato un 22enne del posto, gravemente indiziato del reato di tentato omicidio ai danni di due uomini, padre e figlio anche loro italiani, con i quali, per futili motivi legati, aveva avuto in precedenza un acceso diverbio.

I fatti risalgono ad una notte di metà agosto, quando i Carabinieri, a seguito di una chiamata giunta alla Centrale operativa, sono intervenuti nei pressi dell’abitazione delle due vittime in quanto dal 118 era stato segnalato un soggetto accoltellato. Le vittime, nonostante il forte stato di agitazione, sono riuscite a riferire dettagli utili a ricostruire la vicenda: alla base del gesto, a quano pare, motivi legati al vicinato e in particolare alla spazzatura. Nel corso delle indagini i militari hanno acquisito le immagini di videosorveglianza disponibili sul luogo dell’evento, attraverso le quali hanno potuto accertare la dinamica dei fatti, identificando compiutamente l’aggressore.

I Carabinieri si sono subito messi sulle tracce dell’aggressore, sia la notte stessa che nei giorni successivi, senza interrompere le ricerche che tuttavia non hanno avuto esito. Nei giorni seguenti le vittime hanno dunque formalizzato la denuncia e gli inquirenti hanno iniziato a consolidare, con le evidenze investigative raccolte, la posizione del presunto responsabile del tentato omicidio. In totale, nel corso dell’aggressione, le vittime hanno ricevuto quattro fendenti all’addome, sferrati con un coltello di medie dimensioni; fortunatamente nessuno di questi ha colpito parti vitali.

I militari della Stazione di Margherita di Savoia, all’esito dell’articolata e ininterrotta attività investigativa, hanno eseguito nella serata di lunedì 26 settembre la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dall’ufficio Gip del Tribunale di Foggia, ai danni di un 22enne salinaro, quale presunto responsabile del duplice tentato omicidio. Il giovane, una volta rintracciato dai militari, è stato condotto in caserma, quindi arrestato e condotto nel carcere di Foggia.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button