A caccia dei tre punti a Picerno

Sfida inedita che pone contro AZ Picerno e Manfredonia nel più classico dei scontri salvezza.

La matricola lucana allenata da De Pascale ha ottenuto molto meno rispetto a quanto prodotto sul campo di gioco: risultati frutto di poca esperienza in un campionato tutto nuovo e con altri valori rispetto all’Eccellenza.

Primo appunto: il “Donato Curcio” di Picerno ha una media spettatori piuttosto alta rispetto ad altre squadre più navigate del girone, 800 spettatori di media che lo stesso Manfredonia Calcio non ha.

Lamarra (’97) è il portiere dei rossoblù.

Un altro ’97, Miglionico, difende la corsia di destra di difesa, Garofalo (’95) quella di sinistra. Diego Petrarca (’92) ed Alessandro Itri (’86 ex Potenza) sono i centrali.

Limuli (’96, settore giovanile Salernitana) e l’esperto Tarascio, ex Arzanese, giostrano nel cuore del centrocampo con l’altro esperto Gerardi e l’altro giovane Esposito (’96) sulle fasce.

Savasta, Ragosto e Bacio Terracino si giocano le due maglie da titolare in attacco.

A Picerno il Manfredonia deve giocare per i tre punti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*